LOGISTICA

CePIM, nuovi treni sulla Tirreno-Brennero

28 luglio 2015

CePIM-Interporto di Parma consolida il corridoio Tirreno-Brennero (TiBre) incrementando i flussi di traffico sulle tratte ferroviaria e stradale nel tratto Interporto–Porto di La Spezia, grazie a due distinti accordi con Hannibal-Contship e con Autamarocchi. 

Di recente avvio è il servizio di trasporto intermodale tra l’Interporto e il porto spezzino, frutto di un accordo tra CePIM e Hannibal, la controllata di Contship che organizza trasporti intermodali tra i porti del Mediterraneo e i centri europei d’Oltralpe. CePIM coordinerà le attività dei servizi terminalistici presso il terminal container dell’Interporto e metterà a disposizione spazi propri per gestire le operazioni, le soste tecniche e le attività di deposito.

Questo nuovo servizio lungo l’asse TiBre Parma-La Spezia si affianca a quello partito nello scorso mese di maggio con Autamarocchi. Per la società triestina di autotrasporto, CePIM coordina le attività di carico e scarico e di deposito temporaneo presso i propri spazi all’Interporto.

«Le nuovi connessioni di trasporto lungo l’asse Parma-La Spezia – ha commentato Luigi Capitani, AD di CePIM – confermano ancora una volta la vocazione naturale di Parma ad hub retroportuale del porto ligure e la correttezza delle nostre previsioni di sviluppo e delle politiche di investimento su questo tratto. L’interesse dimostrato in questi casi da grandi operatori del calibro di Contship Italia e Autamarocchi dimostrano, oltretutto, che il progetto TiBre ha una validità consolidata e riconosciuta che vede l’Interporto di Parma al centro di obiettivi di sviluppo infrastrutturali è economicamente sostenibile ed ha una piena logica imprenditoriale».

Il traffico container derivante da queste operazioni conta oggi oltre 2mila unità di carico, proiettando l’Interporto di Parma a diventare uno snodo di efficientamento dei flussi import-export nelle diverse modalità di trasporto lungo gli assi Nord-Sud ed Est-Ovest.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home