LEGGI E POLITICA

Autotrasporto: una circolare del ministero fornisce informazioni sul REN

29 luglio 2015

Il ministero dei Trasporti, fornisce nuove disposizioni per rendere operativi gli uffici periferici della Motorizzazione per la gestione dell’Albo e del Registro Elettronico Nazionale.

La circolare del ministero (n. 4/2015 del 24 luglio 2015, Prot. n. 14875 che potete scaricare in fondo alla pagina) segue una precedente del 13 maggio scorso (2/2015), che forniva le prime indicazioni operative per il passaggio della gestione degli Albi dalle Provincie alla Motorizzazione.

La nuova circolare stabilisce i moduli che le imprese di autotrasporto dovranno usare per comunicare informazioni o chiedere all’Amministrazione eventuali modifiche al REN. I moduli riguardano: cancellazione o sospensione; variazione del gestore dei trasporti e dell’idoneità professionale; variazione dei dati dell’impresa iscritta o della struttura societaria; variazione e rinnovo annuale dell’idoneità finanziaria delle imprese iscritte; variazione dell’onorabilità; richiesta di revoca della sospensione; variazione dell’onorabilità per le imprese iscritte all'Albo che esercitano con veicoli fino a 1,5 tonnellate.

Un capitolo della circolare riguarda la documentazione per dimostrare il requisito dell’idoneità finanziaria, introducendo due nuovi moduli "a carattere sperimentale": attestazione di esistenza polizza professionale e attestazione di esistenza fidejussione. Non cambia nulla riguardo alle modalità che le imprese devono attuare per ottenere il requisito. Il requisito dell’idoneità finanziaria "va dimostrato con la certificazione del revisore contabile sulla base dei conti dell’impresa, o, in alternativa, tramite attestazione fideiussoria rilasciata da istituti bancari, compagnie di assicurazione o intermediari finanziari a ciò autorizzati, nonché – esclusivamente per le nuove imprese che presentano domanda di autorizzazione all’esercizio della professione di trasportatore su strada – anche mediante polizza assicurativa di responsabilità professionale, ma limitatamente ai primi due anni di esercizio della professione medesima, dovendo, invece, dal terzo comprovare il predetto requisito anch’esse mediante attestazione rilasciata da un revisore contabile redatta sulla base dei conti annuali dell’impresa oppure, per mezzo di attestazione sotto forma di garanzia fideiussoria bancaria o assicurativa rilasciata da banche, compagnie di assicurazioni, o intermediari finanziari autorizzati e iscritti nei rispettivi albi”.

La circolare precisa poi che “Le attestazioni sintetiche proposte in fac-simile, pertanto, devono essere utilizzate dall’impresa di trasporto su strada per comprovare, a fini del requisito dell’idoneità finanziaria, l’avvenuta sottoscrizione di una polizza di contenuto conforme alle disposizioni vigenti, ovvero l’esistenza di una fidejussione in base alle quali, le compagnie di assicurazione, le banche, gli istituti di credito o intermediari finanziari precitati si sono dichiarati fideiussori in solido dell’impresa per gli importi e i fini previsti dall’art. 7, par. 1, del regolamento 1071/2009″. Atti che devono "essere stati effettivamente sottoscritti e rilasciati ed essere in corso di validità".

Non cambia nulla riguardo ai "requisiti soggettivi che debbono vantare coloro che rilasciano tali attestazioni". L’attestazione in argomento deve essere, prodotta dall’impresa di trasporto su strada, salvo che non ricorra alla certificazione di un revisore contabile, per la dimostrazione iniziale o, annuale del requisito dell’idoneità finanziaria. 

I soggetti che compilano l'attestazione sintetica rispondono di quanto dichiarato e hanno tempo 15 giorni per comunicare in forma scritta alla Motorizzazione eventuali diminuzioni o perdita dell'idoneità finanziaria attestata. All'Amministrazione è riservato il diritto di chiedere gli originali dei contratti qualora emergano dubbi sui reali contenuti o sulla loro reale sussistenza.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home