LEGGI E POLITICA

L'autotrasportatore è un'attività usurante: petizione di Trasportounito al ministero

28 agosto 2015

L’autotrasportatore è un lavoro usurante. Lo si dice da tempo, ma normativamente non c’è mai stato un riconoscimento ufficiale. E proprio a questo scopo Trasportounito Taranto, in accordo con la segreteria nazionale, promuove una raccolta di firme per chiedere al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e alle altre istituzioni competenti di derogare all’art. 16 della Legge n. 120/2010 e dell’art. 126 CdS, con le quali si fissa l’età pensionabile per gli autisti di camion a 68 anni, e ottenere un trattamento pensionistico anticipato in virtù del carattere usurante di questa attività. Tra i conducenti professionali, infatti, l’unica categoria a cui viene già riconosciuto privilegio è quella degli autisti di autobus pubblici.

Gli argomenti utilizzati per giustificare la petizione sono diversi. Si va dall’impegno impegno quotidiano nella conduzione di un automezzo con massa totale di 44 ton, per la quale sono richieste specifiche abilità e un’attenzione straordinaria e continuativa per rispettare tutti gli altri utenti della strada, fino all’assoggettamento a un orario di guida e di riposo che impone di viaggiare in orari diurni e notturni, con ogni condizione meteorologica; dalla prassi diffusa che vede l’autotrasportatore impegnato anche nel carico/scarico delle merci fino allo stress accumulato per le ridotte velocità commerciali consentite lungo le strade e dalla congestione di alcune arterie.

Per info e adesioni: taranto@trasportounito.org oppure info@trasportounito.org.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home