UFFICIO TRAFFICO

Aperto l'ultimo tratto della A31 Valdastico Sud tra Vicenza e Rovigo

1 settembre 2015

È stata completata la A31 Valdastico Sud con l’apertura dell’ultimo tratto di sette chilometri tra il casello di Agugliaro e quello di Noventa Vicentina, così da rendere del tutto disponibile il tracciato di 54 chilometri da Vicenza a Rovigo (svincolo con la S.S. 434 Transpolesana), della lunghezza complessiva di circa 54 chilometri, a cui vanno aggiunti i 36 del tratto Vicenza-Piovene Rocchette, aperto al traffico nel 1976. Così il tracciato dell’A31 arriva a misurare circa 90 chilometri.

I 54 della Valdastico Sud, però, si presentano come un gioiello infrastrutturale perché si è molto lavorato sul contenimento dell’impatto ambientale (gli ultimi sette chilometri a questo scopo sono stati realizzati in trincea e in galleria artificiale) e sull’incremento della sicurezza. Pensate che è una delle poche autostrade in Italia a poter contare su corsie di servizio da utilizzare come vie di fuga e in grado di ospitare i mezzi destinati alla manutenzione del verde, evitando il restringimento della carreggiata. In più è dotata di asfalto fonoassorbente e drenante, guardrail a tripla onda, fibre ottiche collegate a spire magnetiche e sensori, sistemi di rilevazione meteo, telecamere, pannelli a messaggio variabile.
La A31 Valdastico Sud è dotata di sei caselli, quattro in provincia di Vicenza(Montegaldella – Longare, Albettone - Barbarano Vicentino, Agugliaro, Noventa Vicentina) e due in provincia di Padova (Santa Margherita d’Adige e Piacenza d’Adige), oltre alla barriera di Badia Polesine, in provincia di Rovigo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home