LOGISTICA

Il gruppo bolognese Coesia rileva la svedese FlexLink

21 novembre 2011
Il cane che morde l’uomo fa notizia. E quando si legge che un gruppo italiano acquisisce un’azienda di logistica estera, di questo si tratta. Per la precisione è il gruppo bolognese Coesia, quello che fa capo a Isabella Seragnoli, a rilevare da un fondo di investimenti (Aac Capital Partners) la svedese FlexLink, vale a dire una società specializzata nella logistica di fabbrica di alta gamma (in particolare nell’healthcare, nel largo consumo, nell’elettronica e nell’auto), presente in 26 paesi tramite 800 collaboratori, che chiuderà il 2011 con un fatturato di circa 175 milioni di euro.
Coesia da parte sua vanta 950 milioni di fatturato, 3900 collaboratori su scala globale, tramite aziende attive nella produzione di macchine automatiche, ingranaggi di precisione ecc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home