UFFICIO TRAFFICO

Sgominata «banda dei TIR», sei arresti a Bari

16 ottobre 2015

Erano specializzati nel rapinare autotrasportatori le sei persone fermate ieri dai Carabinieri di Bari con l’accusa di rapina e sequestro di persona, mentre altre cinque sono state denunciate per ricettazione. Si tratta di Giuseppe Scorcia, 56 anni; Giuseppe Genchi, 26 anni; il padre di quest’ultimo, Michele Genchi, 47 anni, sorvegliato speciale; Roberto Migliardi, 26 anni, anche lui sorvegliato speciale; Francesco Valerio, di 40 anni; Giuseppe Ottomano, di 42 anni.

I sei facevano parte di un gruppo organizzato di criminali che aveva come obiettivo gli automezzi in transito nella Regione pugliese. La «banda dei TIR» è stata individuata dopo l’avvistamento di un camion che entrava in un deposito abbandonato a Cassano Murge, in provincia di Bari. Gli accertamenti hanno scoperto che il deposito non era altro che uno dei tre magazzini dove veniva stoccata la merce rubata (gli altri si trovavano a Sannicandro e a Bari-Mungivacca). Tra gli arrestati G.Scorcia e M.Genchi apparterrebbero al clan mafioso Parisi, che controlla il quartiere Japigia a Bari.

La banda è accusata in particolare della rapina e sequestro di un autotrasportatore avvenuto lo scorso 9 ottobre: prima di raggiungere il centro commerciale dove l’autista avrebbe dovuto consegnare un carico di elettrodomestici, il mezzo era stato affiancato e costretto a fermarsi in strada. Nei depositi è stata comunque trovata merce che pare sia frutto di altre due rapine avvenute alcuni giorni fa. Una pistola a salve e un’Audi A6 con tanto di paletta e lampeggiante sono stati sequestrati dai Carabinieri; è quindi plausibile che il gruppo fingesse controlli di Polizia per fermare e derubare gli autotrasportatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home