LEGGI E POLITICA

15/11, parte il database sulla regolarità nell'autotrasporto: ecco come rettificare i dati

9 novembre 2015

Ancora pochi giorni e poi la più importante novità dell’autotrasporto nazionale vedrà ufficialmente la luce. Stiamo parlando del database sulla regolarità contributiva che, dopo un rinvio di qualche mese, debutta ufficialmente il prossimo 15 novembre e a quel punto sarà visibile a tutti, anche ai committenti che potranno tenerne conto – vista pure la corresponsabilità a cui si espongono – nella scelta di un fornitore di trasporti. Come a dire, meglio tenersi alla larga dai fornitori non in regola con le contribuzioni. Di quali contribuzioni stiamo parlando?

Per adesso sul database, visibile sul sito www.ilportaledellautomibilista.it, compariranno le posizioni relative a:

- iscrizione all’Albo e al REN (per quelle che esercitano con mezzi di massa superiore a 1,5 ton)
- iscrizione alla Camera di Commercio
- regolarità delle contribuzioni INPS e Inail (tratta sulla base degli archivi di questi enti)
- regolarità dei pagamenti dei premi assicurativi (tratta direttamente dai dati dell’Ania).

Ragion per cui è molto importante che prima del 15 novembre le aziende di autotrasporto si rechino sul sito ricordato (se non l’hanno ancora fatto è necessaria una rapida procedura di autentificazione in veste di impresa per la richiesta del PIN) e controllino la correttezza dei dati relativi alla propria posizione.

Se qualcosa non risponde al vero e si è interessati a una rettifica ci sono in teoria le due seguenti strade da seguire, ancve se nella pratica è una soltanto:

Telefonare al numero verde 800 232323, ma questa operazione è praticamente inutile. Uomini e Trasporti ha provato a telefonare almeno una decina di volte, ma risponde sempre una voce registrata che comunica che, a causa dell’eccessivo traffico, è meglio "richiamare più tardi" visto che "gli operatori sono tutti occupati". E non potrebbe essere altrimenti visto che, a quanto si intuisce, il numero verde riguarda tutte le questioni aperte relative al ministero. E quindi immaginiamo siano veramente tanti a chiamare;

- la seconda modalità è scrivere una mail all'indirizzo:assistenza.albo@mit.gov.it Ed è questa che vi consigliamo anche perché, come si intuisce dall'indirizzo stesso, si tratta di un canale dedicato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home