UFFICIO TRAFFICO

Incidenti stradali? Dopo i furti, seconda paura degli italiani

18 novembre 2015

Gli incidenti stradali? Agli italiani fanno una grande paura. Almeno, secondo il risultato di un sondaggio condotto da Ipr Marketing per conto della Fondazione Guccione, organizzazione attiva nella tutela delle vittime della strada. Secondo l’agenzia Adnkronos, i pericoli della strada sarebbero al secondo posto nella lista degli eventi più temuti dagli italiani, dopo i furti. I numeri dell’inchiesta dicono che ben il 71% degli intervistati indica i pericoli della strada fra le maggiori preoccupazioni personali (il 77% teme invece che i ladri entrino nel proprio appartamento per svaligiarlo). Gli spaventati salgono poi fino all'84% tra gli abitanti di Mezzogiorno, Sicilia e Sardegna. La paura deriva soprattutto dalla percepita poca sicurezza stradale della zona in cui si vive e si lavora: 67% per gli italiani e 76% più precisamente tra i meridionali. La pericolosità dei percorsi viene denunciata dal 65% di chi si sposta in auto o in camion, dal 74% di chi va a piedi e dall'81% di chi usa la moto o la bicicletta. In più il 60% degli intervistati dichiara di aver rischiato un incidente nell'ultimo anno. Il primo fattore di rischio viene indicato nella cattiva condizione dell'asfalto stradale (76%), seguita dalla segnaletica carente e dal malfunzionamento o assenza di semafori. Infine, il 72% si dice d'accordo sull'introduzione dell'omicidio stradale come reato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home