LEGGI E POLITICA

Pronti i contributi della Sabatini bis: ecco come ottenerli

1 dicembre 2015

Il ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato guida e modulistica utile alle imprese ammesse al beneficio per chiedere l’erogazione della prima quota del contributo in conto interessi noto come “Sabatini bis”. L’agevolazione, rivolta alle PMI (anche dell’autotrasporto) che effettuino investimenti (anche mediante leasing finanziario) in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, è pari all’ammontare degli interessi sul finanziamento, calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni.

L'erogazione del contributo è prevista al completamento dell’investimento autocertificato dall’impresa ed è effettuata in sei quote annuali secondo il piano di erogazioni riportato nel provvedimento di concessione. L’avvenuta ultimazione dell’investimento deve essere resa dall’impresa con Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’investimento e sottoscritta dal legale rappresentante dell'impresa e dal presidente del collegio sindacale o, in mancanza di quest'ultimo, da un revisore legale iscritto al relativo registro.

Dopo aver ricevuto il decreto di concessione della misura, l’impresa deve:
- compilare la richiesta di erogazione della prima quota e i relativi allegati (tra i quali il modulo per la dichiarazione di ultimazione dell’investimento), il tutto in formato digitale;
- inviare la documentazione al ministero, accedendo alla relativa piattaforma tramite le credenziali ricevute via PEC.
Da qui è possibile accedere alla piattaforma.

La procedura operativa per compiere i passaggi sopraindicati è descritta nella “Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo”, scaricabile da qui 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home