ACQUISTI

Il Volvo FMX: un giocattolo indistruttibile nelle mani di una bimba di quattro anni/VIDEO

3 dicembre 2015

A due anni esatti dall'Epica Spaccata di Van Damme, Volvo Trucks ci riprova. E stavolta, per dimostrare la solidità del suo veicolo da cantiere, lo fa maltrattare all'inverosimile da una bimba sorridente e un po' distratta

Non era facile dopo «L’Epica Spaccata» proporre qualcosa di nuovo. Il video di Van Damme infatti, che Volvo Trucks aveva pubblicato su You Tube esattamente due anni fa, ormai sfiora le 82 milioni di visualizzazioni, senza contare il numero incalcolabile di imitazioni, di epigoni, di attivazioni virali. Eppure la casa svedese oggi ci riprova con un video - «Guarda chi guida» - tutto simpatia mista a provocazione.

La premessa è molto concreta: il Volvo FMX – sostengono a Goteborg – è il camion più robusto che esiste. Per verificarlo bisogna maltrattarlo in modo inverosimile. Qual è la persona più qualificata a compiere un’operazione di questo tipo? E qui, nella risposta, sta tutta la provocazione: la persona più qualificata è Sophie, per la semplice ragione che ha soltanto quattro anni. Perché a questa età, con un telecomando in mano che consente di condurre il camion Volvo all’interno di un cantiere, è come se stesse giocando. Nessuna persona minimamente razionale, infatti, potrebbe essere in grado di maltrattare in maniera così pesante un camion vero, un FMX 8x6 a trazione integrale da 540 cavalli. Ma lei, Sophie, con un sorrisetto divertito che si spegne soltanto per qualche secondo, quando un’assistente di scena, davanti a una grossolana distrazione, la guarda con rimprovero, non si pone alcun problema e, come tutti i bambini che giocano, si diverte e soprattutto si compiace dall'aver trovato finalmente un giocattolo indistruttibile.

Perché appena qualche secondo dopo la partenza la piccola sbaglia i tempi e all’FMX arriva addosso un bancale sul cantonale senza neanche scalfirlo. Ancora qualche metro e, non riuscendo a tenere il veicolo in strada, gli fa percorrere qualche decina di metri con gli assi e il telaio che fanno scintille rimanendo a cavallo di un divisorio in cemento. Addirittura a un certo punto si fa distrarre da un drone, si gira a guardarlo e manda il robusto veicolo da cantiere giù per un fossato, senza che il cappottamento riesca comunque a fermarlo. Così, dopo salite impervie dal fondo friabile e laghetti guadati senza colpo ferire – tutte prove sostenute con il supporto fedele del controllo automatico della trazione – si arriva alla prova finale, quando l’FMX, ormai esausto, viene mandato a cozzare contro una casetta in cemento, che praticamente rade al suolo, accusando da parte sua soltanto la rottura del parabrezza.

Tutto molto efficace, grazie a una moltiplicazione puntuale dei punti di vista ottenuta sistemando telecamere in ogni dove, ed estremamente veloce, grazie in particolare a un montaggio rapido e a una colonna sonora decisamente frizzante e ritmata. 

Insomma, non sarà Van Damme, ma anche «Guarda chi guida» fa trascorrere un paio di minuti con il sorriso sulle labbra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

VIDEO

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home