ACQUISTI

Iveco sostiene la ricerca della Fondazione Telethon

14 dicembre 2015

Un Nuovo Eurocargo, “International Truck of the Year 2016”, messo all’asta per Telethon. Il ricavato sarà interamente devoluto alla Fondazione per la ricerca sulle malattie genetiche

Settimana all’insegna di Telethon 2015, questa che ci avvicina al Natale, l’importante maratona televisiva e radiofonica che promuove la raccolta fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. Quest’anno Iveco contribuisce a sostenere la Maratona mettendo all’asta un Nuovo Eurocargo in versione Natural Power, alimentato a gas naturale compresso (CNG). Così, già da giovedì scorso (e fino a sabato 19 dicembre), su CharityStars (http://www.charitystars.com/product/nuovo-eurocargo-iveco), piattaforma di charity fundraising che destina il ricavato di aste online ad azioni di solidarietà, è possibile partecipare all’asta. La somma raccolta sarà poi interamente devoluta alla Fondazione Telethon, impegnata dal 1990 a finanziare e sviluppare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche.

Tema guida dell’edizione 2015 della maratona Telethon il grido #nonmiarrendo: lo stesso pronunciato da migliaia di persone malate e dai loro familiari, dai ricercatori e da tutte le persone che con piccoli e grandi gesti aiutano la Fondazione Telethon a donare una speranza concreta di cura.

«Dopo il Daily Van of the Nuovo Year 2015, quest’anno Iveco mette all’asta il Nuovo Eurocargo, già premiato Truck of the Year 2016 - Ha commentato Pierre Lahutte, Iveco Brand President - Il nostro Eurocargo e Iveco sono un pezzo dell’Italia che vince. L’Italia della solidarietà che sostiene Telethon e la sua ricerca sulle malattie genetiche, che sa essere vicina alle persone meno fortunate che ogni giorno lottano per un futuro migliore, ma anche l’Italia che ha saputo affrontare i momenti più bui, determinati da una crisi che persisteva dal 2008 e che solo oggi inizia a far intravedere qualche segnale di ripresa. Eurocargo è un prodotto italiano che nel suo segmento vale quasi un terzo del mercato europeo. Un prodotto di cui non solo Iveco, ma tutto il Paese può essere orgoglioso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home