UFFICIO TRAFFICO

Ripresa in strada: cresce del 6,8% il traffico pesante nel 2015

14 dicembre 2015

Buone nuove arrivano dalla strada. Il traffico di veicoli pesanti legati al trasporto merci, da sempre considerato un importante indice di ricchezza del paese, tra novembre 2015 e novembre 2014 ha fatto registrare un incremento medio su tutta l’Italia del 6,8% e punte dell’8,2% nella regione Sardegna. Anche il dato peggiore non risulta mai inferiore al 5,4%. Inoltre, se lo scorso anno a novembre il dato di traffico rispetto a ottobre aveva fatto segnare un -5,4%, quest’anno vede una crescita mensile dell’1,24%. Questi dati incoraggianti sono stati raccolti dal nuovo Osservatorio Traffico Anas su circa 25mila chilometri di rete nazionale attraverso un complesso e innovativo sistema di sensoristica in grado di registrare i volumi di traffico e le condizioni di circolazione in corrispondenza di oltre 1.150 sezioni di conteggio denominato PANAMA (Piattaforma Anas per il Monitoraggio e l’Analisi).

Questo Osservatorio – come ha spiegato il presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani – “curerà la realizzazione e la diffusione di bollettini mensili sui flussi e statistiche di traffico sulla rete stradale d’interesse nazionale”, fornendo “preziose informazioni ai fini della programmazione di interventi di manutenzione e di potenziamento della rete”.

A questo proposito è importante sottolineare come l’apertura da parte di Anas del bypass del viadotto Himera in Sicilia sull’Autostrada A19 “Palermo-Catania”, ha mediamente ridotto il tempo di viaggio di circa 25 minuti riportando la velocità media sulla tratta in esame dai 65,1 km/h della situazione successiva al cedimento del viadotto e alla chiusura di un tratto della A19, ai 93,2 km/h in quella attuale. Si nota inoltre una lieve diminuzione delle velocità medie misurate nelle sezioni di rilevamento traffico ai km 54, 92 e 123, evidentemente collegate alla minore necessità di “recuperare” le perdite di tempo collegate alla chiusura del viadotto.

Anche qui il traffico dei mezzi pesanti ha registrato un incremento del 14% tra la prima e la seconda settimana di apertura del bypass, malgrado rimanga ancora inferiore del 5% rispetto a quello di un anno fa, prima cioè dell’ormai celebre cedimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home