UFFICIO TRAFFICO

Camion in fiamme sulla A14: i poliziotti mettono in salvo l'autista

15 dicembre 2015

Diciamolo chiaramente: non sempre tra agenti di polizia e autotrasportatori corre buon sangue. O meglio, chi per mestiere "si muove per strada" spesso interpreta l’operato di chi per mestiere "controlla chi si muove per strada" con un certo fastidio. La storia che vi raccontiamo oggi può aiutare a considerare questo rapporto in maniera più serena, a guardare all’ "altro", cioè, come a persone che svolgono una funzione, ma che alla fine rimangono persone.

Siamo in Puglia, lungo la A14, tra Canosa e Andria. Un camion carico di merci altamente infiammabili (bombolette spray, alcool etilico confezionato e diversi oggetti in plastica) per cause non meglio chiarite prende fuoco. L’autista del veicolo mantiene i nervi saldi e procede ancora per qualche chilometro per riuscire a raggiungere l'area di parcheggio di Monterotondo Ovest. Ma, una volta fermato il veicolo, il suo carico si trasforma in una sorta di concerto da ultimo dell’anno, con botti, fischi e fiamme che si alzano in maniera progressiva.

L’uomo, già provato dalla tensione e dallo spavento, ha un ultimo disperato riflesso, quasi un istinto di sopravvivenza: apre la porta della cabina e si butta giù per mettersi in salvo. Di più non riesce a fare. Ma vista la maniera con cui il fuoco avanza potrebbe non essere sufficiente a evitargli un "incontro indesiderato con il fuoco".

Senonché, tempo qualche minuto, una pattuglia di Polizia con a bordo due agenti, allertata dalla propria centrale e da altri conducenti, arriva nell’area di servizio. Di fronte alle fiamme, non serve molto ai due poliziotti per rendersi conto che l’uomo disteso a terra sta correndo un grosso rischio. E così, senza preoccuparsi troppo dei pericoli a cui si esponevano a loro volta, hanno raggiunto l’autista, lo hanno trascinato in salvo e poi hanno chiamato i soccorsi.

Dopo un po' sono arrivati anche i Vigili del Fuoco, anche se per il camion – come si vede chiaramente dall’immagine – c’era ormai ben poco da fare. Il suo conducente, invece, prontamente aiutato, se l’è cavata in pratica senza conseguenze. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home