LEGGI E POLITICA

Francia: sanzione fino a 1.500 euro per gli autisti che non rispettano il divieto di riposo in cabina

21 dicembre 2015

Vi ricordate il divieto di riposo in cabina adottato lo scorso anno dalla Francia? Sull’argomento c’è qualche novità non propriamente positiva per chi va per strada. Quando infatti la normativa venne pubblicata il ministero francese specificò che non si applicava tanto agli autisti, quanto ai loro datori di lavoro, chiamati a vigilare affinché l’attività dei conducenti venisse organizzata compatibilmente con il divieto di prendere il riposo settimanale ordinario in cabina. In caso contrario, il datore viene sanzionato con una multa di 30.000 euro e con un anno di reclusione. Peraltro, per far scattare una sanzione così pesante, è necessaria una recidiva e non una semplice e isolata violazione.

Adesso però giunge la notizia di una normativa francese che fissa una sanzione pecuniaria da 750 a 1500 euro a carico dell'autista. Sanzione che colpisce il conducente trovato a consumare il riposo in questione all’interno del veicolo. O, come si dice in gergo giuridico, colto in fragranza di reato. Ricordiamo che un provvedimento analogo è in vigore pure in Belgio e viene applicato con le stesse modalità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home