UFFICIO TRAFFICO

Usa gasolio agricolo per il camion: 4.400 euro di multa

11 gennaio 2016

Ci fosse stata la Befana probabilmente gli avrebbe donato una tonnellata di carbone. Perché infrangere una norma del codice stradale può anche succedere, ma violarne una marea proprio no. La vicenda in breve: durante l’Epifania una pattuglia della Polizia stradale di Latina, che stava controllando il traffico dei mezzi pesanti, ha fermato sulla Pontina un autoarticolato per vedere se era in possesso della regolare documentazione di circolazione nelle giornate di divieto. E da lì è stato un macello: il conducente di Torre Annunziata (Napoli) non aveva rispettato i tempi di guida e di riposo e il mezzo era sprovvisto della regolare revisione periodica. Ma ancor più surreale è parsa la situazione quando i poliziotti hanno esaminato i due serbatoi per il rifornimento installati sul veicolo. Questi infatti non solo comunicavano tra loro, ma erano direttamente collegati all’impianto di alimentazione del trattore trasportato. Aprendo il serbatoio, il liquido all’interno aveva la tipica colorazione verde del carburante destinato agli usi agevolati per l’agricoltura. Insomma, il nostro autista utilizzava carburante agricolo che, a un controllo più approfondito, assommava a circa 630 litri. Il veicolo è stato perciò sottoposto a fermo amministrativo con l’ipotesi contestata di reato in materia di accise; al guidatore è stata ritirata la patente di guida e sono stati elevati ben 14 verbali per le infrazioni del Codice della Strada. Multa conseguente di 4.400 euro, mentre contro l’azienda di Salerno proprietaria del mezzo sono stati emessi 4 verbali per un totale di circa 2.000 euro. È proprio il caso di dire che, per il malcapitato, l’Epifania tutte le feste se le è portate via…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home