UFFICIO TRAFFICO

L'Austria ritocca in basso i pedaggi autostradali: giù anche il Brennero

18 gennaio 2016

Come già anticipato, dal 1 gennaio sono variati i pedaggi per per i mezzi pesanti in transito sulla rete di autostrada e superstrade austriache. É stato infatti pubblicato il 22 dicembre scorso sulla gazzetta ufficiale austriaca il regolamento del ministero che fissa i quattro gruppi tariffari per i pedaggi base suddivisi per le diverse classi di emissioni: Euro6, EEV, Euro5 e 4, Euro 3,2,1,0.

L’importo di base del pedaggio è aumentato di circa l’1% - rispetto al 2015 – a seconda della categoria Euro, mentre sull’asse del Brennero i pedaggi diurni hanno subito complessivamente una diminuzione; per i veicoli Euro4-5 (per esempio, questa è del 12,87%, ammontando ora a 83,04 euro, contro i 95,31 del 2015).

Sulla A/13 (Brenner-Innsbruck) la riduzione è del 23,63% (45,73 euro contro i 59,88), mentre sulla A/12 (Innsbruck-Kufstein) il pedaggio è aumentato del 5,3% (37,31 euro contro i 35,43 pagati nel 2015), aumento teso a finanziare i lavori del tunnel ferroviario del Brennero.

Soddisfazione è stata espressa dall’Anita per cui la diminuzione del pedaggio sull’asse del Brennero è un importante risultato ottenuto grazie all’azione portata avanti dall’associazione in Commissione europea. «È una misura che elimina in parte la distorsione della concorrenza sofferta dalle merci in esportazione dall'Italia e dirette verso i Paesi dell’Europa settentrionale, rispetto alle merci circolanti tra gli altri Paesi membri» ha commentato Thomas Baumgartner, presidente di Anita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home