LOGISTICA

Interporto di Bologna, si dimette Il presidente Pietro Spirito

27 gennaio 2016

Dopo appena un anno di attività come presidente dell’Interporto di Bologna, Pietro Spirito, professore di ‘Economia dei trasporti’ a Tor Vergata, si è dimesso dall’incarico per andare a ricoprire il ruolo di Program Manager della task force che lavora al piano di bonifica e rilancio dell’area ex industriale di Bagnoli.

Spirito, classe 1962, nato a Maddaloni (Caserta) ma napoletano d’adozione, ha formalizzato oggi all’assemblea dei soci l’addio alla struttura felsinea per dedicarsi al suo nuovo incarico, oggettivamente incompatibile con la presidenza di una delle piattaforme logistiche più grandi d’Europa.

Spirito ha ricoperto, in passato, le cariche di direttore centrale di Atac spa, di direttore commerciale della divisione Cargo di Trenitalia e di AD di Serfer e di Ferport Genova. Sempre nell’ambito del gruppo FS, dal 2001 al 2006 è stato manager di Omnia Express e di Omnia Logistica, società operanti nel settore della logistica e del trasporto merci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home