ACQUISTI

I vantaggi di una flotta sempre connessa

3 febbraio 2016

Scania da diversi anni ha introdotto la connettività come standard su tutti i veicoli destinati ai mercati europei. Oggi, i clienti in oltre 50 Paesi sono in grado di monitorare e valutare da remoto le prestazioni dei loro mezzi

I vantaggi di essere sempre connessi sono tangibili a tutti, quelli di poter disporre di mezzi di lavoro – nel nostro caso di veicoli industriali – costantemente monitorati si traducono in maggiori efficienza, operatività ed ecosostenibilità.

Leggere i dati della propria flotta da remoto, grazie ai sistemi di Fleet Management, consente così anche di ottimizzare la pianificazione degli interventi di manutenzione e assistenza in officina, non più basandosi solo sui chilometri percorsi dal veicolo ma anche sulle modalità di utilizzo e sullo stile di guida degli autisti.

Informazioni che i tecnici di Scania hanno pensato di utilizzare per sviluppare servizi aggiuntivi utili alle aziende di trasporti, come la formazione con il Driver Training (formazione dedicata agli autisti per migliorare le performance di guida), sia con il passaggio successivo di Driver Coaching (dove gli autisti hanno la possibilità di relazionarsi costantemente con un istruttore Scania). Tutti elementi chiave del concetto Ecolution by Scania, un programma personalizzato per ogni veicolo che consente all’azienda di trasporti di ridurre il consumo di carburante in percentuali sensibili (in Scania sono quantificati dal 10 al 15%, che corrisponde, nel caso di un veicolo lungo raggio che percorre annualmente 200.000 km, a un risparmio annuo di circa 10 mila euro.

«I nostri clienti stanno progressivamente constatando la possibilità di migliorare l’efficienza e le prestazioni dei loro veicoli riducendone quindi i costi grazie alla connettività – afferma Mattias Lundholm, responsabile dell’unità di business Scania Connected Services and Solutions – L’interesse aumenta di pari passo con l’estensione dell’offerta di servizi anche agli operatori di autobus urbani e pullman».

Il marchio del grifone ha sempre considerato lo sviluppo dei sistemi di controllo elettronico come un fattore cruciale di business, introducendo la connettività come standard su tutti i veicoli destinati ai mercati europei. Oggi, i clienti di oltre 50 Paesi sono in grado di monitorare e valutare da remoto le prestazioni dei loro mezzi; 170.000 sono i veicoli dotati di connessione.

Scania Watch: Il primo dispositivo da indossare
È del 2014 il lancio dello Scania Watch, l’orologio da polso con il quale l’autista può consultare i dati del proprio mezzo, ottenere informazioni relative ai tempi di guida e di riposo e sulle sue condizioni fisiche. «Lo Scania Watch rappresenta il primo esempio, nel nostro sviluppo di servizi connessi, di estensione delle proprie funzioni al di là della comunicazione con il veicolo e i sistemi elettronici presenti a bordo – chiarisce Lundholm – In futuro, trasportatori e autisti dovranno fare solo due movimenti: uno per sbloccare il loro telefono o tablet e un altro per cliccare su un’icona Scania, così da poter prenotare un appuntamento in officina, ordinare cibo e altri servizi necessari durante la pausa successiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home