LOGISTICA

Transiberiana in una settimana: le ferrovie russe avvicinano l’Asia all’Europa

12 dicembre 2011
Il collegamento via ferro tra Estremo Oriente ed Europa sta passando dalla dimensione delle parole a quella dei fatti. E a imprimere una spinta a tale trasformazione è soprattutto la società Russian Railways che, nell’ambito del Programma di sviluppo dei trasporti merci in container, intende sfruttare la mitica linea Transiberiana per lanciare un servizio dal nome eloquente “Transsib in 7 giorni”, vale a dire una settimana per la Transiberiana. A questo scopo viene garantita la percorrenza di 1.500 km al giorno per coprire la distanza esistente tra i porti marittimi dell’Estremo Oriente e i confini dell’Unione Europea. Fatti, non parole. Tanto che, in collaborazione con Transkonteiner (affiliata della Russian Railways), è stata organizzata una corsa dimostrativa di un treno merci container sull’itinerario Nahodka-dell’Est–Shushari.
Il treno composto da 50 vagoni contenenti i container con i pezzi di ricambio per le automobili del march,io Hyundai, è partito dalla stazione di Nahodka-dell’Est l’11 novembre. La distanza dalla stazione di partenza fino alla stazione Shushara è di 9 795 km. Il treno è arrivato a destinazione il 18 novembre, dopo 6 giorni e 16 ore di viaggio. Fatti non parole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home