LOGISTICA

Dove realizzare a Genova un nuovo autoparco per i camion: se ne discute in Regione

7 febbraio 2016

Serve un nuovo autoparco al servizio dell’autotrasporto in Liguria e deve essere baricentrica tra il terminal di Genova e quello di Savona, chiamati a raccogliere le attività sotto un’unica autorità portuale. Anche la Regione, sollecitata da diverse associazioni di categoria, ha preso seriamente in considerazione l’esigenza, visto anche che al momento attuale a fungere da autoparco è l’area di Genova Campi, ritenuta “insufficiente e in pessime condizioni”. E proprio per superare lo stallo attuale nei giorni scorsi è stato organizzato un tavolo tecnico presso la Regione – a cui hanno partecipato insieme all’assessore regionale allo sviluppo economico e ai porti Edoardo Rixi, i rappresentanti dell’autotrasporto, Camera di Commercio Comune, Autorità portuale e aeroporto di Genova – finalizzato a individuare l’identikit dell’area che potrà ospitare il nuovo autoparco a Genova. Un’area preferibilmente distante dal tessuto urbano, ma accessibile con arterie a scorrimento veloce, dotata di almeno 500 stalli ai quali accedere a condizioni economicamente sostenibili per gli operatori.

“Come Regione Liguria ci proponiamo come soggetto facilitatore per arrivare a una soluzione definitiva – ha spiegato Rixi – individuando un’area da adibire ad autoparco, risolvendo una pesante criticità per il mondo dell’autotrasporto, della portualità e della città di Genova”.

Nei prossimi giorni ci saranno altri incontri per individuare definitivamente l’area e quindi passare all’azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home