UFFICIO TRAFFICO

Arrestata “Banda Bassotti”, rapinarono 8.000 grattugie elettriche

16 febbraio 2016

Ogni tanto la cronaca delle rapine ai camion si tinge di particolari che non possono che richiamare alla mente la trama de “I soliti ignoti” o della Banda Bassotti di Paperopoli: ladri allo sbaraglio, dilettanti che fanno talmente tanti errori da essere più ridicoli che pericolosi. Appartengono certamente a questa categoria i quattro rapinatori, tra i 33 e i 53 anni, arrestati ieri dai carabinieri di Nola su ordine del Gip del Tribunale di Napoli. I quattro sono ritenuti responsabili di concorso in rapina e sequestro di persona ai danni di un autotrasportatore per un assalto a un camion dello scorso novembre.

Il fatto: Armati, avevano bloccato un Tir e costretto l’autista a salire su un’auto, per poi abbandonarlo nell’agro di Acerra circa un’ora più tardi.

Ma sono i particolari del furto a essere disarmanti. Intanto quel veicolo doveva, nelle informazioni della banda, trasportare “piccoli elettrodomestici”. Peccato che fossero… 8.364 grattugie elettriche, di scarsissimo valore commerciale. Poi, se si rapina un trasporto si dovrebbe essere in grado, in teoria, di saper guidare il veicolo. Invece chi si era messo al volante del Tir, nell’effettuare una svolta, era rimasto completamente incastrato nella manovra e solo con l’aiuto di un complice era riuscito a riprendere la marcia. Una scena fantozziana. Infine come ciliegina sulla torta nessuno dei delinquenti si era accorto delle telecamere di videosorveglianza che avevano ripreso tutta la scena. La motrice era stata poi ritrovata a Saviano, sempre nel Napoletano, e l’ambito carico in un capannone in disuso.

Anche un altro furto (datato 7 settembre)  si sospetta abbia la firma sfortunata della gang. Anziché assalire un carico di tonno surgelato, i malviventi rapinarono un Tir che trasportava… crocchette per cani che, come spiegano spiritosamente i Carabinieri, «è refurtiva meno appetibile sotto tutti i punti di vista», piazzandosi con il Tir prelevato proprio sotto l’obiettivo di una telecamera. Per quell’episodio, furono eseguite 3 ordinanze di custodie cautelari in carcere, una delle quali disposta proprio nei confronti di uno dei 4 arrestati di lunedì.

Insomma, dei veri principianti maldestri, nonostante l’applicazione del metodo “tutto sc-sc-scientifico!” (cit.).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home