ACQUISTI

Fruehauf sceglie la lega di alluminio Endur-Al di Alcoa per una nuova linea di ribaltabili

9 marzo 2016

Il costruttore francese di allestimenti, entrato nell’orbita del gruppo Wielton, sigla un accordo con il colosso USA dell’alluminio per realizzare un rimorchio ribaltabile non soltanto più leggero del 20-30% rispetto all’acciaio, ma anche notevolmente più resistente ad abrasioni e a corrosione

Stretta di mano tra Fruehauf, il maggiore produttore francese di semirimorchi, entrato di recente in orbita del gruppo Wielton (che ne detiene il 65%), e Alcoa, leader globale nella produzione di metalli leggeri. L’obiettivo è quello di realizzare una nuova serie di rimorchi ribaltabili utilizzando una speciale lega di alluminio Alcoa chiamata Endur-Al. La particolarità di questa lega è di essere estremamente più leggera (circa il 20-30% in meno rispetto all’acciaio), ma anche di essere dotata del 52% di forza in più rispetto alla lega di alluminio 5083 H111 standard.

Quando gli ingegneri dell’Alcoa hanno sviluppato Endur-Al, in realtà, erano alla ricerca di un materiale in grado di esprimere una notevole resistenza alle condizioni ambientali estreme. Poi, sono riusciti a realizzare una lega in grado di resistere all’usura e agli impatti, ma soprattutto dotata di elevata resistenza alla corrosione, garantita dal naturale rilascio di un film di ossido protettivo sulla superficie. E ovviamente minore corrosione equivale anche a più lunga durata del veicolo. E di questo è convinto anche Gérard Buard, direttore commerciale di Fruehauf, che ammette di aver scelto Endur-Al «perché è la soluzione in alluminio più resistente alle abrasioni sul mercato».

Oltre alla robustezza Bernd Schäfer, vice presidente Alcoa Rolled products e Commercial Transportation and Industrial, enfatizza la leggerezza del veicolo, in grado di «aumentare il carico utile di circa una tonnellata per il rimorchio medio, ma anche di migliorare il consumo di carburante quando i veicoli non vengono completamente caricati. Ciò consente un incremento significativo del profitto per singola consegna e un risparmio dei costi del carburante».

Endur-Al sarà utilizzata per il piano e le sponde di AgroMax, veicolo per trasporto cereali di grandi volumi, e di OptiMum e OptiMax impiegati per lavori pubblici, tutti mezzi già in produzione. Complessivamente nel 2016 saranno realizzati 150 semirimorchi di questa nuova serie, che si prevede possano arrivare a regime a 500 nei prossimi tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home