FINANZA E MERCATO

Inaugurato Traspo Day 2016: fino a domenica il mondo del trasporto si incontra a Capua

18 marzo 2016

Inaugurata ieri la terza edizione di Traspo Day, la Fiera del Trasporto e della Logistica, oggi tra i partecipanti ha contato oltre trecento studenti provenienti dalla Facoltà Ingegneria di Aversa - Corso di laurea in Ingegneria dei Trasporti e della Logistica e da istituti professionali vicini. 

Traspo Day durerà fino a domenica, 20 marzo, nel polo fieristico A1 Expo, in prossimità dell’uscita A1 di Capua. Tanti gli espositori già presenti nelle passate edizioni, ma tanti anche i nuovi per offrire alle imprese di trasporto e di logistica del nostro Sud il più ampio ventaglio di offerta.

Traspo Day non è solo esposizione di prodotti e servizi ma accende anche i riflettori su temi importanti come l’andamento del mercato e la sostenibilità dell’impresa di trasporti.

In programma, domani sabato 19 marzo, alle ore 15:30, il convegno «Apnee e salute: prima l’uomo e poi la macchina» nel quale interverranno il professor Sergio Garbarino, che ha avuto parte attiva nelle commissioni ministeriali sul decreto patenti di guida e apnee notturne, il comandante della Polizia Municipale di Montagnana (Pd), Girolamo Simonato, il presidente Drive Club Trasportounito, Antonio Mollica e il segretario di Trasportounito Taranto, Biagio Provenzale.

Sarà l’occasione per Trasportounito di relazionare sui risultati della campagna di sensibilizzazione per l’estensione all’autotrasporto di merci professionale delle agevolazioni previdenziali per le mansioni particolarmente faticose «Guidare il TIR è usurante».

Franco Fenoglio, presidente della sezione veicoli industriali dell’Associazione dei Costruttori esteri, da Capua oggi ha invece commentato il dato positivo circa l’andamento del mercato dei mezzi pesanti che – stando ai dati Unrae – a febbraio ha fatto registrare un +59,8% rispetto allo stesso mese dello scorso anno: «I notevoli incrementi che si stanno registrando sembrano dovuti alle più recenti misure di Legge, che hanno portato all’applicazione del cosiddetto superammortamento e, in parte, alle misure di sostegno fiscale, quale il beneficio del credito di imposta per il recupero delle accise sul carburante. Benefici questi ultimi dai quali, tra l’altro, sono stati espressamente esclusi i veicoli Euro I e II dotati di retrofit. Registriamo, pertanto, con soddisfazione – ha aggiunto – l’incremento del mercato rilevato dalle stime effettuate, ma riteniamo prematuri i tempi per esprimere una previsione di tenuta rispetto all’attuale trend. Infatti, da troppo tempo in Italia manca una politica industriale dei trasporti che definisca i necessari interventi strutturali. Aspettiamo, quindi, di verificare gli andamenti del secondo semestre dell’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home