ACQUISTI

Renault Trucks T2016: giù i consumi, su il carico utile

23 marzo 2016

Quasi tre anni fa il lancio e oggi il Renault Trucks T si aggiorna per migliorarsi ancora in efficienza. Migliorie a telaio e catena cinematica permettono di ridurre i consumi di un ulteriore 2% e guadagnare fino a 114 kg di carico utile. Viene inoltre introdotto Optivision, un regolatore di velocità abbinato al GPS

Migliorare l’aerodinamica del veicolo per ridurre i consumi di carburante, ridurre il peso per favorire il carico utile e migliorare la guida-economica grazie ad un sistema di navigazione abbinato al GPS. Sono questi gli obiettivi che Renault Trucks si è data nel rinnovare, a tre anni dal lancio, la sua Serie T. Tre anni soddisfacenti dal punto di visto commerciale, segnati da progressi tecnologici sempre più integrati negli equipaggiamenti dei veicoli. A quali progressi ci riferiamo?

Quelli aerodinamici, sono frutto di ricerche interne, raccolte con l’Optifuel Lab, il veicolo sperimentale da anni impegnato a perfezionare le gamme della losanga, oggi nella versione 2.0. Così è arrivata la necessità di dotare il T 2016 di uno spoiler sotto il paraurti, in grado di orientare meglio i flussi d’aria che passano sotto il veicolo e di un nuovo deflettore del tetto, più leggero e privo di strutture metalliche, per dare al veicolo una migliore penetrazione dell’aria. Accorgimenti che consentono di generare risparmi di carburante circa del 2%.

Motorizzazioni. Il T 2016 adotterà un motore DTI 13 dotato di un’iniezione common rail, giudicata migliorativa in termini di combustione (peraltro già utilizzata sui DTI 11) e quindi di prestazioni, a maggior ragione se messa a dialogare con una nuova generazione di cambio robotizzato Optidriver. L’occasione in tal senso è stata fornita dalla futura entrata in vigore, il 31 dicembre 2016, delle normative euro 6 standard C.

Riduzione di peso. In RT sono andati a mettere le mani su telaio e componenti, per renderli più leggeri: un nuovo assale sterzante, una ralla in alluminio e nuove sospensioni pneumatiche hanno tagliato la tara del veicolo di molti chili. In questo modo il risparmio di peso arriva fino a 114 chilogrammi.

Nuovo regolatore di velocità abbinato al GPS, Optivision. Il sistema consente di gestire e ottimizzare l’andamento del veicolo basandosi su dati di un precedente veicolo che ha percorso lo stesso tratto di strada. In pratica sfrutta l’inerzia in discesa o conserva il rapporto migliore quando, in prossimità del colmo di una salita, “sa” dell’imminente discesa. Le ricadute sui consumi, secondo RT sono nell’ordine del 5%, se si unisce l’Optivision al pacchetto Fuel Eco (comprensivo di Eco cruise control, arresto motore automatico dopo 3 o 5 minuti), modalità Power inibita, compressore aria disinnestabile, pompa dello sterzo a portata variabile).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home