ACQUISTI

L'Europa dei camion: il Platooning è possibile

7 aprile 2016

Squarci di futuro sulle vie del Nord Europa: sei costruttori provano i convogli di camion semiautomatici su arterie a grande circolazione. Sei percorsi differenti che avevano tutti una data di arrivo e una destinazione: 6 aprile a Rotterdam

Ieri i sei convogli formati da veicoli industriali dei costruttori Daf Trucks, Iveco, Man Trucks, Mercedes-Benz, Scania e Volvo Trucks sono arrivati al PM Terminals, Maasvlakte II di Rotterdam e accolti da Melanie Schultz van Haegen, ministro delle Infrastrutture e dell’Ambiente olandese. I convogli di questo «European Truck Platooning Challenge» sono partiti da diversi Paesi e, percorrendo diverse strade aperte al traffico, si sono dati appuntamento a Rotterdam.

Il principio del «Truck Platooning» è quello del treno dove il mezzo in testa funge da locomotore e quelli dietro viaggiano in sincronia. Questi veicoli si seguono da vicino, sono tra loro connessi tramite wi-fi e dispongono di sistemi di supporto alla guida automatizzati. Per esempio, se il leader frena, tutti gli altri componenti del plotone frenano di conseguenza.

«Il Truck Platooning garantirà trasporti più puliti e più efficienti. Veicoli semiautomatici contribuiscono anche alla sicurezza stradale perché la maggior parte degli incidenti sono causati da errore umano» ha commentato la ministro olandese van Haegen, aggiungendo che «tutto questo fa parte di un percorso che porterà noi e l’industria automobilistica verso veicoli ad elevata automazione» annunciando che i risultati del Truck Platooning saranno resi noti in occasione del vertice informale del Consiglio Europeo dei Trasporti che si terrà a metà aprile, in cui si discuterà anche dei regolamenti necessari per rendere il Truck Platooning una realtà.

L’obiettivo di questo «European Truck Platooning Challenge» è proprio quello di accelerare l’introduzione dei treni di camion, mostrandone l’efficacia ai responsabili politici dell’Unione europea. Il Challenge, organizzato dall’Olanda proprio nel periodo in cui detiene la presidenza europea ha visto la collaborazione tra costruttori di camion, Stati membri, fornitori di servizi logistici, enti di omologazione e istituti di ricerca. Tante teste per un’alleanza complessa, ma necessaria. Perché, come ricorda l’ACEA (Associazione dei costruttori europei), «per impedire ai Paesi UE di creare un mosaico di norme e regolamenti, che potrebbero ostacolare gli investimenti in veicoli automatizzati e connessi, è importante che la legislazione relativa sia armonizzata in tutta Europa e che gli Stati riconoscano l’un l’altro le procedure e i requisiti».

I VANTAGGI DEL PLATOONING SYSTEM
-      minor consumo di gasolio derivante dalla velocità costante, con minori frenate e accelerazioni e dallo sfruttamento della scia aerodinamica
-      riduzione delle emissioni di CO2 fino al 10%
-      maggiore sicurezza dovuta alla frenatura automatica, con tempi di reazione pari a zero
-      ottimizzazione del trasporto perché si utilizzano le strade in modo più efficace, con meno ingorghi e consegne più veloci

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home