LEGGI E POLITICA

Contributi AGCOM e al MISE per autorizzazioni postali: ecco quanto ed entro quando pagare

10 maggio 2016

AGCOM e ministero dello Sviluppo Economico (MISE) battono cassa. Nei giorni scorsi hanno comunicato alle imprese titolari di autorizzazioni a svolgere servizi postali come versare i contributi dovuti.

Per quanto riguarda il contributo all’AGCOM, questo è pari allo 0,68 per mille sui ricavi conseguiti nel settore postale nell’esercizio finanziario 2014. Le imprese interessate, entro il 30 maggio prossimo, devono trasmettere con pec all’Autorità un modello (modello Contributo SP – anno 2016) in cui riportare l’ammontare dei ricavi totali suddiviso tra quelli riferiti al settore postale e quelli derivanti da attività escluse da tale settore, peraltro da documentare.

Il modello è reperibile su:

http://www.agcom.it/contributo-dovuto-all-autorita

L’indirizzo pec a cui inviare il modello è:

contributosp@cert.agcom.it

Per quanto riguarda il contributo al MISE, solitamente richiesto a gennaio, è giustificato per l’attività di controllo e di verifica delle autorizzazioni. Per il 2016 è pari a 302 euro tutto compreso (nel senso che anche chi ha sedi secondarie paga la stessa cifra) e va versato sul c/c postale n.3338588 della Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo, oppure tramite bonifico (IBAN IT89C0760114500000003338588). Nella causale, oltre al codice fiscale e al numero di autorizzazione, indicare: «contributo per spese di verifica e controlli anno 2016 – Bilancio dello Stato, capo XVIII, capitolo 2569, articolo 14».

Ricordiamo che Confetra e Fedit hanno contestato le richieste dell'AGCOM e presentato ricorso al Tar contestando il fatto che l’attività di logistica dei pacchi fino a 30 chilogrammi possa rientrare nell’ambito dei servizi postali. Ricorso sottoposto attualmente all’esame pregiudiziale della Corte di Giustizia Europea. E questo quindi condiziona anche le modalità con cui versare il contributo. Vediamo in che senso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home