UFFICIO TRAFFICO

Francia: trasporti in sciopero

16 maggio 2016

Resta confermato lo sciopero de camionisti francesi, indetto dalle federazioni FO (NPCU-FO) e CGT, dalle 22:00 di questa sera 16 maggio, contro il progetto di legge proposto dal ministro del Lavoro Myriam El Khomri e in particolare contro i cambiamenti che questa legge può indurre in termini di pagamento degli straordinari.

La federazione NPCU-FO ricorda che per i camionisti il lavoro straordinario è «strutturale» della professione e che «sono parte integrante della compensazione»; motivo per cui non è possibile consentire – con accordi aziendali – la possibilità per il datore di lavoro di ridurre gli straordinari al 10% (contro il 25-50% attuali).

Secondo NPCU-FO per i dipendenti del settore trasporti questa diminuzione nel pagamento degli straordinari avrebbe gravi conseguenze in termini di perdita del salario. La federazione ha calcolato – sulla base di una paga lorda di 10 euro l’ora (per un autista agli inizi) - che la perdita annuale può variare dai 312 euro (per 160 ore di lavoro al mese) ai 2250 euro (per 220 ore).

Nella notte tra lunedì e martedì 17 maggio, secondo le fonti francesi, si bloccheranno diverse strade principali nelle città di Marsiglia, Bordeaux, Nantes e Caen e nei porti di Le Havre, di Nantes-Saint-Nazaire e la raffineria Total Donges (Loire-Atlantique) dalle 5 di martedì mattina. Nessuna interruzione è prevista per Ile-de-France. Agitazioni sono previste per tutta la settimana anche in altri settori del trasporto (personale aeroportuale, ferroviario e portuale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home