FINANZA E MERCATO

Villa/Federtrasporti al sottosegretario MIT Vicari: «L’aggregazione, uno strumento di sopravvivenza»

9 giugno 2016

Non si è arrestata ancora nel primo trimestre del 2016 la moria delle aziende di autotrasporto. E quelle maggiormente colpite rimangono le artigiane. Il loro numero, infatti, stando ai dati Istat-Unioncamere, dopo essere crollato di oltre il 30% nel corso degli ultimi anni, è diminuito ancora nel 2016 del 4,6%, percentuale più che doppia rispetto alla contrazione generale (-2,2%).

Claudio Villa, presidente del Gruppo Federtrasporti, ha incontrato il sottosegretario ai Trasporti Simona Vicari proprio per parlare di questa situazione e per individuare strumenti con cui fornire una mano a questa tipologia di imprese di autotrasporto. Più precisamente Villa ha riferito come il modello aggregativo testato da Federtrasporti nel corso di 45 anni di vita, abbia dimostrato diversi aspetti di efficienza. «Ha consentito a oltre 4.000 piccole aziende aderenti alle strutture di base aggregate a Federtrasporti – ha spiegato – di potersi presentare sul mercato con un supporto organizzativo strutturato, di proporsi anche a una committenza di dimensioni multinazionali, di godere di una serie di ottimizzazioni in termini di riduzione dei ritorni a vuoto e di traffici, oltre a poter usufruire di una serie di servizi generati dagli acquisti collettivi, risultati decisivi per contenere i costi aziendali».

Il presidente di Federtrasporti ha anche esposto al sottosegretario l’esperienza maturata dal punto di vista della sensibilizzazione alla sicurezza stradale, basata su un percorso alimentato da diversi momenti formativi, che tutti insieme hanno prodotto il risultato di dimezzare il numero degli incidenti denunciati da veicoli assicurati dall’agenzia gestita internamente al Gruppo. «Un’operazione – ha sottolineato Villa – risultata esemplare per dimostrare come un investimento in sicurezza sia in grado di generare ritorni anche dal punto di vista economico, sotto forma di riduzione dei premi, dei fermi macchina e in generale della produttività aziendale».

Il sottosegretario Vicari ha ascoltato con interesse l’esperienza Federtrasporti, giudicandola apprezzabile per stimolare e sostenere quelle piccole aziende che caratterizzano il tessuto imprenditoriale di molte realtà italiane, soprattutto del Mezzogiorno. Proprio per questo Vicari ha invitato Villa a lavorare per rimuovere la diffidenza che spinge ancora molti piccoli trasportatori a unire ad altri le proprie forze per migliorare la loro organizzazione e la loro capacità di competere sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home