LOGISTICA

Interporto Sud Europa: cresce del 30% il traffico ferroviario

21 giugno 2016

Sono mediamente 48 i treni che ogni settimana entrano o escono dall'Interporto Sud Europa attraverso il più grande scalo merci del Sud Italia, quello di Marcianise/Maddaloni (Caserta). Un terminal che dispone di 11 binari lavorabili, di un’area doganale di Temporanea Custodia A3 di circa 20 mila metri quadri, servita da un binario di 450 metri e di un’area doganale di circa mille metri di magazzino doganale di tipo “C“.
Secondo i dati relativi ai primi quattro mesi dell'anno, l’ISE ha registrato una crescita superiore al 30% nel traffico ferroviario, metà del quale su destinazioni internazionali, in particolare Austria e Polonia. Acqua minerale, zucchero e carta, e merce per l'industria auto motive sono le merci che maggiormente transitano via ferro dallo scalo campano.
A breve dovrebbe anche diventare operativa l'intesa siglata con l'Interporto CIM di Novara e con l'Interporto di Bologna per la creazione di una direttrice dorsale di traffici ferroviari Nord-Sud, mentre è previsto per settembre l'avvio di una relazione regolare ferroviaria fra l’ISE e il porto di Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home