FINANZA E MERCATO

Ciclat: bilanci positivi per il gruppo emiliano romagnolo

23 giugno 2016

In uno scenario caratterizzato da una ripresa economica e sociale ancora incerta, nel 2015 i ricavi di Ciclat - gruppo di cooperative di servizi di trasporti, vigilanza, pulizie, logistica, ambiente e facchinaggio con sedi a Ravenna e Bologna, aderente a Confcooperative - si sono attestati a 135 milioni di euro, mostrando una sostanziale tenuta rispetto all’anno precedente, nonostante – come specifica una nota del gruppo - i ritardi nelle procedure di aggiudicazione delle gare pubbliche e la congiuntura economica negativa del mercato di riferimento.

«Stabili – sottolinea il presidente Gianfranco Bessi – anche le marginalità, con un risultato di esercizio pari a 65.000 euro, mentre il margine operativo lordo (EBITDA) si colloca a 950.000 euro, con un aumento del 4,5% sull’anno precedente. Positivo anche il risultato operativo, che si è attestato a 56.000 euro, dopo l’adeguamento del fondo rischi per 800.000 euro».

Si confermano quindi soddisfacenti dal punto di vista patrimoniale e finanziario le performance di Ciclat a cui aderiscono una ottantina di cooperative che insieme sviluppano un fatturato che supera il 1 miliardo di euro e contano al proprio interno di circa 30 mila addetti che seguono i programmi formativi del gruppo su Salute-Ambiente-Sicurezza per rafforzare la cultura della Sicurezza sempre più basata sulla prevenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home