UFFICIO TRAFFICO

Incidente in A4: semirimorchio resta su una carreggiata, cabina vola sull'altra

4 luglio 2016

Una folle carambola quella avvenuta stanotte sulla A4, nel tratto compreso tra Villesse e Palmanova, in direzione Trieste. Folle, ma tutto sommato risoltasi in modo fortunato. Perché l’incidente è stato altamente spettacolare, ma le conseguenze – almeno per quanto si sa – non sono così drammatiche.

Tutto è avvenuto dopo mezzanotte, quando l’autostrada era "scarica" di traffico. Un’auto con a bordo due uomini di 30 e 32 anni è uscita fuori strada, andando a cozzare contro il guard rail. A quel punto alcuni pezzi di carrozzeria si sono alzati in volo e sono andati a investire un’altra auto che sopraggiungeva in quel momento. Tanta paura, ma per fortuna tutte le persone coinvolte, seppure leggermente ferite, erano in discrete condizioni, al punto da scendere e da allontanarsi dalle loro vetture. E questo è stato veramente il comportamento più saggio che avrebbero potuto avere, visto che tempo qualche minuto è arrivato sul posto un camion con targa croata che si è trovato la prima auto sulla sua corsia di marcia e non è riuscito a schivarla, riducendola a un ammasso di ferraglia. Un urto tanto forte da causare la “divisione in due” del complesso veicolare. Perché il semirimorchio è rimasto lì, dove era avvenuto l’impatto, mentre il trattore si è staccato da terra e, come in volo, ha oltrepassato il new jersey ed è andato a finire sull’altra carreggiata. Ma quando ha toccato terra la cabina si è aperta e anche l’autista è stato investito dalle lamiere.

Tempo pochi secondi ecco arrivare in direzione Venezia un’altra macchina, con a bordo delle ragazze, che dimostravano particolare prontezza di riflessi evitando di finire addosso alla cabina divelta del camion, anche se nella manovra disperata l'auto è uscita sul lato destro della strada finendo in un campo. Anche loro se la sono cavata con qualche graffio e tanta paura.

Nel bilancio complessivo dell’incidente, invece, è sicuramente l’autista del camion ad aver subito le conseguenze peggiori: a causa dei tagli e dei forti traumi subiti, è stato trasferito d’urgenza in ospedale e, al momento attuale, non si sa ancora quale sia il decorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home