FINANZA E MERCATO

Ferrovie bulgare in crisi: in vendita il ramo merci

28 dicembre 2011
La BDZ, la società di trasporto ferroviario di proprietà dello stato bulgaro, è in una crisi nera: il suo debito ammonta a circa 771 milioni di lev (393 milioni di euro) e il rischio bancarotta è imminente. Servirebbe un prestito dalla Banca Centrale, che però per concedere circa 230 milioni di euro pretende garanzie. Da qui la decisione di mettere in vendita al corrispondente di circa 50 milioni di euro la sezione del trasporto merci della società. Il ministro dei Trasporti, Ivaylo Moskovski cerca “un compratore finanziariamente stabile, che abbia una strategia a lungo termine per lo sviluppo delle imprese”.
Ricordiamo che il trasporto merci bulgaro vive anche un altro momento di cambiamento, visto che dal 1 gennaio prossimo i camion del paese potranno svolgere operazioni di cabotaggio in altri paesi europei. Compresa, per la prima volta, anche l’Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home