FINANZA E MERCATO

Biometano anche dalle alghe

14 luglio 2016

Oggi il biometano può essere ottenuto anche dalle alghe. Il progetto di ricerca spagnolo “All-gas biogas project”, realizzato dalla società Aqualia si basa su un innovativo procedimento attraverso il quale il biometano è ottenuto dalla lavorazione di alghe coltivate in stabilimenti che trattano le acque reflue. La notizia è resa nota nel nostro Paese dall’Osservatorio Federmetano, centro di ricerca sul metano per autotrazione.

Il biometano prodotto dalle alghe è stato poi utilizzato per alimentare una Volkswagen Up! ecofuel. In occasione della presentazione ufficiale del progetto, Frank Rogalla, direttore tecnologia e innovazione di Aqualia, ha dichiarato «Per la prima volta un’auto sarà alimentata con biometano prodotto dalle alghe. Questo è il culmine di un processo di ricerca durato cinque anni di cui siamo molto orgogliosi».

«Il biometano può fare molto per la riduzione dell’impatto ambientale della mobilità su strada - sottolinea Dante Natali, a capo dell’Osservatorio Federmetano - L’Italia ha grandi potenzialità per la produzione di questo carburante, potenzialità che potrebbero essere sfruttate meglio per ottenere due importanti risultati: da un lato che la diffusione di questo carburante ecologico sia sempre più veloce e dall’altro lato che l’indotto economico generato dalla produzione di biometano possa crescere portando un contributo concreto sempre maggiore al rilancio dell’economia italiana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home