FINANZA E MERCATO

Commerciali Volkswagen col vento in poppa nel 2016: +7% nel mondo, +29,1 in Italia

26 luglio 2016

Sono 238.000 i veicoli consegnati in tutto il mondo nel primo semestre del 2016 da Volkswagen Veicoli Commerciali, pari a una crescita del 7% rispetto allo scorso anno. Merito in particolare della gamma T che da sola ha toccato le 100.300 unità (+12,9%), merito pure di un giugno particolarmente vivace che ha portato in consegna 43.700 veicoli, ma merito ancora di un mercato tedesco che ha pesato per 61.600 veicoli (+5,6%). Attenzione, però, perché se in termini assoluti la Germania, com’è ovvio, fa la parte del leone, negli altri paesi europei le crescite percentuali sono state molto più alte. Pensate che la Spagna segna un +32,7% (7.000 unità), l’Italia un ragguardevole +29,1% (5.600 unità), la Francia un +23,1% (9.900 unità), ma in generale è tutta l’Europa occidentale con un +9,7% (16.700 veicoli) a far registrare un andamento superiore alla media.

Ma non è tutto perché crescite importanti arrivano anche dalle regioni dell’America del Nord (+22,5%, 3.500 veicoli), dal Medio Oriente (+6,2%, 17.100 veicoli) e dal Sud America (+0,9%, 18.000 veicoli). A perdere, alla fine, sono l’Africa (-87% con 7.500 veicoli) e la regione Asia/Pacifico (- 5,5% con 11.100 veicoli).

Detto del successo della gamma T, possiamo aggiungere che anche il Caddy, l’altro veicolo fresco di rinnovo con 78.800 veicoli segna un +6,6%, mentre per forza di cose perdono qual cosina Amarok (36.400 pari a - 0,8%) e Crafter (23.700 pari a -1,9%). Ma tutti sanno che l’Amarok da luglio è già in vendita nella nuova versione, mentre il Crafter mostrerà il suo nuovo volto all’IAA di Hannover in programma dal 22 settembre, anche se qualche bozzetto è stato già anticipato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home