LOGISTICA

Traffico intermodale. Hupac cresce del 12,3%

28 luglio 2016

 

Hupac, operatore svizzero del trasporto combinato, ha chiuso il primo semestre 2016 con un incremento del traffico del 12,3%, con circa 40 mila spedizioni stradali in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. «La nostra strategia di crescita si dimostra vincente nonostante il vantaggioso prezzo del gasolio per il trasporto su strada e la debolezza dell'euro» ha commentato Bernhard Kunz, direttore di Hupac.
Nuovi i collegamenti dell’operatore tra Venlo-Busto Arsizio, Zeebrugge-Novara e Rotterdam-Brescia e il raccordo Novara-Trieste per collegare i mercati di Grecia e Turchia; incrementate invece le relazioni tra Colonia-Novara e Duisburg-Busto Arsizio.

Hupac sta inoltre sviluppando il mercato dei trasporti con megatrailer nel traffico combinato transalpino che attualmente prevede 70 partenze settimanali per trasporti a profilo 4 metri tra l'Italia e le destinazioni Rotterdam, Zeebrugge, Anversa, Colonia, Ludwigshafen, Lubecca e Taulov via Lötschberg e Brennero. «Nel 2020 andrà in esercizio il corridoio di quattro metri via Gottardo - sottolinea Kunz - Intendiamo presentare già oggi delle prospettive al mercato, al fine di accelerare a tempo debito il processo di trasferimento del traffico». Nel secondo semestre 2016 saranno introdotte altre dieci partenze per rafforzare l'offerta attraverso il corridoio dei 4 metri del Lötschberg.

 

Sviluppo traffico 1° semestre 2016
Numero di spedizioni stradali

Gen-giu2016

Gen-giu2015

in %

Transalpino via CH

231.793

192.905

20,2

Transalpino via A

18.458

20.602

- 10,4

Transalpino via F

1.628

1.894

- 14,1

Non transalpino

124.640

119.894

4,0

Totale

376.519

335.295

12,3

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home