FINANZA E MERCATO

Mercato veicoli: cresciuto del 40% circa nel primo semestre

2 agosto 2016

L’Unrae ha comunicato i dati stimati sulle immatricolazioni dei veicoli industriali al 30 giugno 2016, rilevando che il mercato dei veicoli con massa totale a terra superiore alle 3,5 tonnellate nel mese di giugno è aumentato del 41,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (passando da 1.513 a 2.140 unità) mentre complessivamente il primo semestre viene archiviato con un incremento delle immatricolazioni del 37,8% (10.822 veicoli contro 7.855 dello scorso anno).

Per i veicoli pesanti con mtt superiore alle 16 ton, l’incremento a giugno 2016 è stato del 49% (1.700 unità contro le 1.141) il semestre ha chiuso con 8.578 immatricolazioni (lo scorso anno erano state 6.036), con un aumento del 42,1% sui primi sei mesi del 2015.

«La chiusura del primo semestre – ha commentato Franco Fenoglio, presidente della sezione veicoli industriali dell’associazione - è l’occasione per fornire una previsione per l’intero anno. Dall’andamento registrato da gennaio a giugno riteniamo che - alle condizioni attuali - nel 2016 il mercato dei veicoli con massa totale a terra superiore a 3,5 t possa raggiungere le 19.500 unità immatricolate, in crescita del 28,1% rispetto alle 15.223 dell’intero 2015, con una revisione al rialzo delle stime fornite ad inizio anno. E’ opportuno che siano rese operative le misure per il rinnovo del parco circolante e che siano rinnovate le efficaci disposizioni che hanno dimostrato di poter scuotere il mercato come i fondi recuperati dall’esclusione dei veicoli Euro I ed Euro II (estendibile anche all’Euro III) dal rimborso delle accise e il super-ammortamento».

La garanzia del rinnovo, anche per il futuro, delle misure messe in atto con la Legge di Stabilità 2016 sarebbe da considerarsi un segnale positivo per il settore, anche se non si tratta ancora di vere e proprie misure strutturali.

L’associazione ha inoltre accolto favorevolmente la recente disposizione della Motorizzazione in materia di firma digitale e autenticazione delle procedure informatiche gestite dal ministero dei Trasporti che porterà a una più puntuale e veloce lettura dei dati di mercato. È oramai inderogabile l’esigenza dell’emissione della carta di circolazione contestualmente alla immatricolazione dei veicoli e al rilascio delle relative targhe, a partire dal prossimo 3 ottobre. Ciò consentirà, l’immediato aggiornamento dei dati di immatricolazione, come già avviene da anni nel settore delle autovetture, consentendo inoltre all’Italia di allinearsi al resto d’Europa nella puntualità delle statistiche di mercato anche per il settore dei veicoli industriali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home