ACQUISTI

Volkswagen presenta il nuovo Crafter

8 settembre 2016

Un veicolo completamente nuovo, modulare, versatile, ergonomico e innovativo, realizzato sulla base delle esigenze delle differenti categorie di utenti. 69 versioni in totale, quattro potenze di motore, trazioni anteriore, posteriore, integrale 4Motion, ampia offerta di sistemi di assistenza alla guida. Un mezzo nuovo come nuovo è lo stabilimento produttivo a Wrzenia, in Polonia. In prevendita da novembre e su strada a primavera

Volkswagen Veicoli Commerciali a Offenbach, all’interno di una ex acciaieria dei primi del ‘900, ha presentato in anteprima mondiale il nuovo Crafter, il “fratello maggiore” della gamma T, veicolo che condivide con la MAN, società del gruppo, dove prende il nome di TGE.

Di progettazione tutta nuova, dal dna puramente Volkswagen, il nuovo Crafter è stato realizzato ascoltando le esigenze della clientela e cercando di rispondere a domande del tipo «che cosa può agevolare i corrieri nel traffico cittadino, oppure come fanno i mezzi da cantiere ad avanzare anche nel fango, o com’è possibile prevenire gli incidenti causati dalla stanchezza dei conducenti». Volkswagen alza così l’asticella degli standard del segmento con l’inserimento di innovazioni tecnologiche ed ergonomiche e sistemi di assistenza alla guida.

I motori che muovono il nuovo Crafter sono degli Euro 6. Il nuovo 2.0 TDI EA 288Nutz, appositamente sviluppato per il nuovo Crafter è disponibile in quattro diverse potenze, 75 kW (102 CV), 90 kW (122 CV), 103 kW (140 CV) 130 kW (177 CV). La scelta della motorizzazione dipende anche dal sistema di trazione, che può essere anteriore, posteriore o integrale (4MOTION); il cambio può essere manuale a 6 marce o automatico a 8.

La versatilità. Il nuovo Crafter offre un rapporto straordinario tra le grandi dimensioni di carico e il minimo ingombro su strada, è disponibile in quattro varianti (furgone, komby, autotelaio e cassone), tre lunghezze (5.986 mm, 6.836 mm, 7.391 mm) e tre altezze (2.355 mm, 2.590 mm, 2.798 mm) per un totale di 69 versioni. Le dimensioni del vano di carico consentono di sfruttare al massimo la superficie disponibile. La capacità di carico varia dai 9,9 m3 ai 18,3 m3; all’interno del nuovo Crafter possono essere trasportati fino a 4 europallet, o 6 roller container. La massa rimorchiabile è compresa tra le 3,5 e le 5,5 ton (l’attuale versione arriva a 5 ton).

La sicurezza. Grazie allo sterzo elettromeccanico, per la prima volta compare in veicoli di questa categoria, il nuovo Crafter offre una gamma ampia di sistemi di assistenza alla guida attivi, come il controllo elettronico della stabilità ESP con stabilizzazione del rimorchio, il Cruise Control con regolazione automatica della distanza (ACC), il Sistema di frenata anti collisione multipla, il Sistema di assistenza in presenza di vento laterale (a richiesta), il Sistema di assistenza del rimorchio, solo per citarne alcuni.
Come sistemi di sicurezza passivi, oltre agli airbag anteriori, laterali e per la testa di conducente e passeggeri, sono disponibili i sistemi di avviso come la telecamera per la retromarcia, il controllo distanza di parcheggio el’assistenza all’uscita dal parcheggio (Rear Traffic Alert).
I fari al LED, luci di svolta e sistema di regolazione automatica delle luci abbaglianti garantiscono inoltre una migliore visibilità, anche di profondità. 

Non si conosce ancora il listino prezzi per il mercato italiano, verrà reso noto entro novembre, mese in cui Volkswagen aprirà le prevendite del nuovo Crafter. In Germania il veicolo avrà un prezzo base di 28.300 euro (IVA esclusa), più basso rispetto alla versione attuale. Per vederlo su strada, invece, occorrerà attendere la primavera.

Per produrre il nuovo Crafter Volkswagen ha costruito in meno di due anni il nuovo stabilimento a Wrzesnia, in Polonia, distante una quarantina di chilometri dal sito produttivo del caddy a Poznan. A Wrzenia, a pieno regime, lavoreranno oltre 3 mila persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home