LEGGI E POLITICA

CQC: dopo la scadenza si può guidare con la domanda di rinnovo per 3 mesi

12 settembre 2016

Sapete tutti che il 9 settembre 2016 era l’ultimo giorno di scadenza delle migliaia di CQC merci rilasciate per documentazione. Chi, qualche mese fa, aveva frequentato il corso di formazione periodica necessario per ottenere il rinnovo, con buona probabilità ha anche presentato istanza all’ufficio della motorizzazione civile per ottenere la nuova CQC. E quasi sicuramente l’ha anche già ricevuta.

Hanno incontrato probabilmente qualche problema, invece, coloro che, avendo frequentato il corso quando ormai il 9 settembre era vicino, si sono presentati agli uffici della motorizzazione in folta compagnia. A quel punto, in pochi giorni, la motorizzazione ha ricevuto centinaia e centinaia di domande che hanno ingolfato gli uffici e ritardato il disbrigo delle pratiche. Ecco perché la direzione generale del ministero guidata da Maurizio Vitelli, si è resa conto che era praticamente impossibile consegnare tutte le nuovi patenti CQC in pochi giorni e così, con circolare datata 9 settembre, ha precisato che:

«il titolare di qualificazione CQC che ha presentato istanza di rinnovo di validità della stessa può esercitare l'attività professionale, sul territorio nazionale, con la ricevuta di presentazione dell'istanza vidimata dall'Ufficio Motorizzazione civile, per un periodo non superiore a tre mesi».

Cosa vuol dire? Vuol dire che anche chi non ha ancora in mano il nuovo documento, ma ha già frequentato il corso, può tranquillamente guidare il proprio veicolo a patto che abbia presentato la domanda per l’aggiornamento della CQC e porti con sé la ricevuta che gli hanno rilasciato gli uffici della motorizzazione, da esibire in caso di controllo. Senza ricevuta, invece, non può guidare anche se ha frequentato il corso.

Attenzione: si tratta di un’eccezione che ha un limite temporale, ma anche geografico. Nel senso che vale soltanto per tre mesi dalla presentazione della domanda e soltanto all’interno del territorio italiano.

Per chi non ha invece nemmeno frequentato il corso non c’è scampo: la guida è vietata, almeno fino a quando non lo avranno terminato e quindi presentato istanza. Questa opportunità però è da cogliere entro due anni, perché la CQC scaduta lo scorso 9 seettembre è rinnovabile entro due anni e quindi entro il 9 settembre 2018. Se entro tale data i titolari non avranno frequentao corsi di aggiornamento, la CQC andrà definitivamente perduta e quindi per riaverne un’altra bisognerà affrontare un nuovo esame di revisione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home