LOGISTICA

0,14 km di infrastrutture di trasporto ogni 1000 italiani. 1000 spagnoli ne hanno 0,43

12 settembre 2016

Sapete quanti chilometri di strade e infrastrutture viarie ha a disposizione ogni italiano? Non molti a dire il vero: 0,14 km ogni 1.000 abitanti. Questo dato, elaborato dall’Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp (associazione dei ricostruttori di pneumatici) su dati Legambiente ed Eurostat, diventa tanto più deprimente se lo si confronta con la situazione degli altri paesi. La Spagna? 0,43 km ogni 1.000 abitanti, più di tre volte le nostre. Francia? 0,22. Germania? 0,21. Insomma, non c’è dubbio che, fatta eccezione per il Regno Unito (che però, visto il territorio, ha una rete autostradale molto più ridotta, vale a dire circa la metà della nostra), tutti i grandi paesi europei sono messi meglio di noi per quanto riguarda autostrade, linee ferroviarie e metropolitane.

Possiamo però aggiungere che se il Regno Unito è fortemente condizionato nel dato finale (0,10 km ogni 1.000 abitanti) dalla scarsa dotazione autostradale (3.558 km), giustificata dalla caratteristiche del territorio, l’Italia rispetto agli altri grandi paesi europei è proprio qui che perde contatto. La nostra rete autostradale tocca infatti i 6.996 km, quando la Francia ne sviluppa 11.882, la Germania 12.879, la Spagna 15.235. Inutile aggiunge che è normale che poi la velocità media degli spostamenti da noi sia molto inferiore. Normale che un camion riesca a viaggiare da Roma a Milano a una velocità decisamente più lenta di uno che viaggia tra Barcellona e Madrid o tra Monaco e Amburgo.

Attenzione: ciò non significa che rispetto ad altre infrastrutture siamo messi meglio. Rispetto alle linee metropolitane e a quelle ferroviarie suburbane, infatti, il nostro Paese si colloca all’ultimo posto in valore assoluto rispetto agli altri maggiori Paesi europei per estensione chilometrica delle reti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home