LEGGI E POLITICA

Stabilite le procedure per l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali

8 settembre 2016

Il Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali, con una delibera del luglio scorso, ha stabilito le procedure e i requisiti per l’iscrizione alla categoria 6, delle imprese che effettuano il solo esercizio di trasporto transfrontaliero di rifiuti (di cui all’articolo 194, comma 3, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152). Sono stati aggiornati i modelli di domanda da utilizzare e tutta la documentazione da produrre, che devono essere inviati alle seguenti sezioni:

- sezione dell’Albo territorialmente competente, se si dispone di una sede secondaria o di un domicilio in Italia;

- sezione regionale o provinciale scelta dall’azienda interessata, se si è acquisito un domicilio mediante un indirizzo PEC.

Tali procedure vanno fatte esclusivamente in modalità telematica. Inoltre, sono anche stati definiti i modelli per l’attestazione dei requisiti per la dotazione minima dei veicoli nonché del personale addetto, in riferimento alla quantità di rifiuti che si prevede di movimentare, oltre la dichiarazione relativa all’attestazione della capacità finanziaria, che potrà comunque essere comprovata anche attraverso la presentazione della copia della licenza comunitaria.

Sulla definizione dei criteri da adottare per la valutazione dei requisiti del responsabile tecnico, invece, si prevede che in attesa di una ricognizione dei titoli necessari a ricoprire questo ruolo conseguiti in altri Stati comunitari, l’incarico di responsabile tecnico dell’impresa che richiede l’iscrizione alla categoria 6 sia assunto dal legale rappresentante dell’impresa. Si è anche stabilito che entro 120 giorni dall’entrata in vigore della deliberazione, le imprese in possesso della ricevuta di iscrizione secondo le previgenti regole dovranno presentare una domanda di iscrizione ai sensi delle nuove disposizioni e potranno continuare ad operare sulla base delle precedenti ricevute d’iscrizione e dell’allegato «D» della deliberazione, che costituisce la ricevuta della richiesta effettuata e consente all’impresa di operare fino alla notifica del provvedimento di iscrizione da parte della Sezione Regionale.

Tale ricevuta dovrà accompagnare il trasporto di rifiuti insieme alla restante documentazione prevista dalla norma in materia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home