ACQUISTI

L'estate scalda il mercato dei commerciali: + 46,9% a luglio, + 118,4% ad agosto

14 settembre 2016

Quando si dice un’estate caldissima... Non parliamo del clima, ma degli strepitosi exploit che ha fatto registrare il mercato dei veicoli commerciali nel corso della bella stagione

Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE, infatti, malgrado i 31 mesi di progresso ininterrotto, sia a luglio che ad agosto si sono visti fuochi di artificio. In particolare, il mese di luglio con 17.819 veicoli venduti (autocarri con ptt fino a 3,5t), ha visto un incremento del 46,9% sulle 12.131 dello stesso periodo 2015. In agosto, addirittura, le vendite sono più che raddoppiate (+118,4%) con 12.329 unità rispetto alle 5.645 dell’agosto 2015. A questo punto guardando ai primi 8 mesi del 2016 si arriva a 114.185 unità immatricolate che rispetto alle 81.772 del gennaio-agosto 2015 equivalgono a un +39,6%.

A cosa si deve questa corsa accelerata con il caldo? «In particolare è stata determinata - risponde Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE - da un’accelerazione all’utilizzo dei fondi derivanti dalla Legge Sabatini, scaduti il 3 settembre scorso, unitamente a una nuova fase di evasione degli ordini derivanti da commesse di Aziende a partecipazione pubblica, che si inseriscono in un contesto già favorevole supportato dalla norma del super-ammortamento, che sta determinando un forte sostegno alle vendite di veicoli da lavoro».

Quindi il merito è soprattutto delle agevolazioni fiscali, anche se – sempre secondo Nordio – «è fondamentale che vengano prorogate anche per il prossimo anno, per non frenare l’accelerazione del rinnovo del parco di un settore fondamentale per la nostra economia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home