UFFICIO TRAFFICO

ACI sperimenta a Roma il tombino anti allagamenti

21 settembre 2016

Gli allagamenti urbani si possono prevenire con un sistema intelligente di monitoraggio dei tombini e dei punti di raccolta dell’acqua piovana, realizzato dall’Automobile Club d’Italia e presentato al Comune di Roma Capitale. Il progetto arriva finalmente alla sua fase di test dopo alcuni rimandi; i vantaggi che ne dovrebbero scaturire sono di tutela urbana, sicurezza stradale ed efficienza della rete viaria, puntando a risolvere le attuali criticità imputabili sia al mancato funzionamento dei tombini sia ai furti delle griglie in ghisa che creano un serio pericolo per la circolazione stradale.

Nel sistema brevettato e sviluppato da ACI Consult – società del gruppo ACI specializzata in servizi per l’ambiente e la mobilità – in collaborazione con aziende coordinate dal CNR, i tombini diventano “intelligenti” con un sensore che monitora il livello dell’acqua sottostante, un relè antimanomissione, un microprocessore che elabora le informazioni e le trasmette al Centro operativo ACI che raccoglie i dati georeferenziati provenienti da tutti i tombini creando una mappa sempre aggiornata sullo stato di efficienza del sistema, in modo da individuare le criticità prima che creino disagi e favorendo l’intervento del personale preposto dal Comune e dai Municipi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home