ACQUISTI

IAA 2016: la presenza degli allestitori italiani

21 settembre 2016

Anfia e ICE-Italian Trade portano allo IAA di Hannover l’innovazione, la flessibilità e la specializzazione tecnica delle aziende italiane costruttrici di rimorchi e piattaforme di lavoro elevabili

Domani aprirà al pubblico la 66esima edizione dello IAA e per la prima volta sarà presente un’area collettiva Anfia – ICE-Italian Trade con la partecipazione di nove aziende italiane associate al Gruppo Costruttori ANFIA, tra costruttori di rimorchi e piattaforme di lavoro elevabili: Carmosino, Italiana Rimorchi, Menci, Multitel Pagliero,Omar, Omeps, Bertoja, Rolfo e Socage.

«Le aziende italiane partecipanti alla collettiva Anfia-Ice rappresentano una sintesi dei trend più innovativi dell’industria nazionale dei settori dei veicoli trainati e delle piattaforme di lavoro elevabili – commenta Gianmarco Giorda, direttore Anfia. I loro prodotti sono il frutto degli investimenti in ricerca sul fronte dell’alleggerimento dei pesi – tipicamente la riduzione della tara, con conseguente incremento della capacità di carico, è uno degli obiettivi nel mondo dell’autotrasporto, che conduce anche ad un significativo contenimento dei consumi e dei costi di manutenzione, oltre a garantire una logistica più efficiente e a minor impatto ambientale – dell’utilizzo di nuovi materiali, tra cui i materiali compositi, dei componenti elettronici. L’ampia gamma di veicoli e di macchine operatrici che ne derivano risponde ai più elevati standard qualitativi e di sicurezza e si caratterizza anche per modularità e semplicità di utilizzo da parte dei clienti».

Il tessuto produttivo italiano dei settori rappresentati è costituito principalmente da medie imprese caratterizzate da elevata flessibilità, specializzazione e competenza tecnica, necessari per competere con i grandi gruppi multinazionali.

«Il mercato italiano dei rimorchi e semirimorchi – sottolinea il direttore Anfia – sta crescendo in modo sostenuto (+32,7% nei primi 8 mesi del 2016) – con conseguenze positive in termini di svecchiamento del parco circolante, a cui darà ulteriore impulso il recente Decreto del ministero dei Trasporti sugli investimenti delle imprese di autotrasporto, che incentiva anche l’acquisto dei veicoli industriali a trazione alternativa e dei rimorchi e semirimorchi per il trasporto intermodale. I volumi di vendita dei veicoli trainati, tuttavia, ad oggi sono ancora lontani dai livelli pre-crisi: la media annuale è passata da 16.000 unità nel periodo 2000-2008 a 8.200 unità nel periodo 2009-2015. Il trend positivo della produzione del comparto rimorchi e semirimorchi e carrozzerie di autoveicoli in Italia nel 2015 è dovuto principalmente al sostegno delle esportazioni, mentre gli ordini e il fatturato provenienti dal mercato interno sono risultati ancora inferiori ai livelli del 2010».

Anche il settore delle piattaforme aeree ha sofferto il lungo periodo di crisi, dove sul mercato italiano nel periodo 2007-2015 ha perso circa il 57% delle vendite; in parte compensato dalla tenuta dei mercati esteri e l’anno scorso ha mostrato segnali positivi incoraggianti. 

Le associate ANFIA e i prodotti esposti: 

CARMOSINO INDUSTRY - Semirimorchio ribaltabile centinato - Tipo GP75 e Semirimorchio trasporto tronchi

ITALIANA RIMORCHI - Portacontainer estensibile Merker M642.60

MENCI -Semirimorchio con cassone ribaltabile SL105R (chassis in alluminio; cassone ribaltabile in pannelli multistrato di materiale composito)

MULTITEL PAGLIERO - Piattaforme di lavoro elevabili Multitel MT 204 e Multitel MJ 226

OMAR - Autotreno High capacity Tractor-Trailer unit

O.ME.P.S. - Silotrailers: nuova famiglia di semirimorchi collegati tra loro (B-Train, C-Train), guidati da un'unica motrice su strada (con configurazioni autoportanti e ribaltabili)

RIMORCHI BERTOJA - Due nuovi semirimorchi per trasporti pesanti

ROLFO - Due bisarche: EGO FTF e VENUS POWER

SOCAGE - Due piattaforme aeree della Serie E: forSte 20TJ e forSte 23T. Convertible basket: cesto in alluminio allargabile idraulicamente (ultimo brevetto dell’azienda)

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home