UFFICIO TRAFFICO

Svizzera: Verso il via libera ai camion alle 4 del mattino

22 settembre 2016

Con una maggioranza risibile (98 voti a favore, 93 contrari e 3 astenuti) è stata accolta una mozione del deputato democratico ticinese Fabio Regazzi che consente ai mezzi pesanti di anticipare l’accensione dei motori di un’ora, cioè di poter circolare già dalle 4 di mattina.

Questo consentirà, secondo il deputato, di spalmare il traffico mattutino e ridurre il caos sulla rete nazionale nelle ore di punta. Un caos che costa caro all’ambiente ma anche all’economia: nel 2015 le ore di coda hanno superato quota 22 mila, il 4,6% in più rispetto all'anno precedente e il doppio rispetto al 2008 e le perdine annuali causate da incidenti stradali, ritardi e stress sono state stimate in oltre 1,5 miliardi di franchi svizzeri (circa 1,38 miliardi euro).

Di parere favorevole anche la sezione ticinese dell’associazione svizzera dei trasportatori stradali, contraria invece la consigliere federale Doris Leuthard che ha ricordato come il divieto di circolazione notturno era stato pensato per difendere la popolazione dal rumore causato dal traffico pesante e già molti trasporti (esempio quello di alimentari) disponeva di deroghe notturne e domenicali.

Il dibattito resta aperto e la palla passa ora al Consiglio degli Stati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home