LEGGI E POLITICA

In attesa del Tar, l’Unatras convoca l’esecutivo per il 18 gennaio

13 gennaio 2012

«Non si può dire che il fermo sia scongiurato – aveva dichiarato il presidente della FAI Paolo Uggè, dopo l’incontro delle associazioni di categoria con il viceministro Mario Ciaccia – perché non è che possiamo basarci su delle dichiarazioni. Abbiamo bisogno che tutto venga concretizzato in un atto scritto e ufficiale. Dopo di che, non è che possiamo pretendere da questo governo quello che non abbiamo preteso da altri: per fare il decreto ci vuole tempo». E anche Pasquale Russo, segretario nazionale di Unatras aveva frenato l’entusiasmo, pur giudicando l’incontro positivo, anche in attesa della pronuncia del TAR prevista per oggi.

Intanto, nell’attesa che il Tribunale esca dalla Camera di Consiglio, Unatras prepara il calendario della prossima settimana, in cui dovrà effettivamente valutare come muoversi, vale a dire se confermare o meno lo stato di agitazione e quindi la proclamazione di fermo previsto per il prossimo 23 gennaio. A questo scopo l’esecutivo dell’Unatras è stato convocato per il 18 gennaio alle 14,30 a Roma. Da quell’incontro, quindi, verranno fuori le strategie da adottare nel proseguo della vertenza con il governo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home