UFFICIO TRAFFICO

Tarquinia: la calamita sul tachigrafo fa scattare la denuncia (e 1.960 euro di multa)

30 settembre 2016

La denuncia penale da parte delle forze di polizia di fronte a un tachigrafo manomesso, in applicazione dell'art. 437 cod pen ("Rimozione dolosa di strumenti finalizzati alla sicurezza sul lavoro"), sta diventando una pratica sempre più frequente. È successo anche oggi lungo il nuovo tratto della A12 Civitavecchia-Tarquinia, dove una pattuglia della Polizia Stradale di Tarquinia stavo svolgendo normali controlli. Quando a un certo punto gli agenti si sono accorti che un camion, alla vista della volante, ha come rallentato e poi avuto una qualche esitazione. A quel punto si è alzata la paletta, i poliziotti hanno fermato il veicolo e una volta in cabina, hanno prima verificato che il veicolo, stando ai dati del tachigrafo, risultava fermo e quindi, facendo ulteriori controlli si sono accorti del solito magnete. All’autista di 38 anni non è rimasto che ammettere le proprie responsabilità.

Pesante la sanzione. Perché oltre alla denuncia, è scattata anche la sospensione della patente e una multa di 1.960 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home