UFFICIO TRAFFICO

Autista deceduto schiacciato dalla motrice: famiglia risarcita con 500 mila euro

30 settembre 2016

Luigino Fabbian era un autista di 48 anni che, due anni fa (per la precisione il 14 luglio 2014), mentre stava caricando nei pressi di Combloux, cittadina francese al confine con l’Italia, nell’operazione di aggancio del rimorchio venne schiacciato dalla retrocessione della motrice, che aveva parcheggiato in salita. Oggi la famiglia ottiene un risarcimento di 500 mila euro dalla compagnia di assicurazione della ditta di Loreggia per cui lavorava.

In realtà, inizialmente la stessa famiglia aveva avviato un’azione penale per omicidio colposo sempre nei confronti del datore di lavoro, ipotesi invece esclusa dal Gip. Da quell’indagine però è poi partita un’azione civile con cui si appurava che a causare l’incidente era stato un cattivo funzionamento del freno di stazionamento. Di conseguenza i legali dell’azienda e quelli della famiglia si “palleggiavano” la responsabilità, sostenendo i primi che sarebbe dovuto essere l’autista a accorgersi dell’anomalia e, i secondi, a ribattere che comunque gli obblighi manutentivi restano in capo all’azienda proprietaria del veicolo. Alla fine le parti hanno trovato un accordo in sede stragiudiziale con il risarcimento concesso alla famiglia dell’autista deceduto, che in questo modo non si è opposta all’archiviazione dell’azione penale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home