LEGGI E POLITICA

12 ottobre: scatta sanzione fino a 1.972 euro per mancata comunicazione di infortuni

6 ottobre 2016

C’è una nuova incombenza per i datori di lavoro, che peraltro espone gli eventuali trasgressori a multe anche pesanti. Scaturisce dalla nascita del SINP (Sistema informativo nazionale per la prevenzione dei luoghi di lavoro), un organismo chiamato a fornire dati per pianificare e valutare l’efficacia della attività di prevenzione di infortuni e malattie professionali, e a indirizzare le attività di vigilanza attraverso l’uso delle informazioni disponibili nei sistemi informativi, che diventerà operativo dal prossimo 12 ottobre. 

L’atto normativo che ne ha previsto il funzionamento insieme al T.U sulla sicurezza sul lavoro (il decreto del ministro del Lavoro del 25 maggio 2016, n.183 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.226 del 27 settembre 2916) chiarisce che:

- I datori di lavoro devono comunicare in via telematica all’Inail (che a sua volta li girerà al SINP) gli infortuni sul lavoro che abbiano determinato un assenza di almeno un giorno, escluso quello dell’infortunio;

- tale comunicazione deve avvenire entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico;

- in mancanza di comunicazione ci si espone a una sanzione amministrativa che parte da 548 euro per arrivare a 1.972,80 euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home