FINANZA E MERCATO

14-16 ottobre: a Monza scende in pista truckEmotion

10 ottobre 2016

Da venerdì 14 fino a domenica 16 ottobre all'Autodromo Nazionale di Monza si svolgerà truckEmotion vanEmotion, quarta edizione della manifestazione dedicata al mondo del trasporto. Anche quest’anno, oltre alle prove dei veicoli in pista e all’esposizione delle novità di settore, non mancheranno workshop e convegni su temi di interesse legati al mondo del trasporto e della logistica.

«La città che scorre» è il titolo del primo appuntamento di quest'anno – venerdì 14 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, in Sala Regione – che affronterà il problema della logistica urbana che richiede un'ottimizzazione del flusso di traffico e il minor impatto ambientale possibile per soddisfare i bisogni di cittadini, commercianti e artigiani.

«Tutto questo sarà tuo. O no? L’impresa familiare ha ancora senso tra i dealer truck?» – venerdì 14 ottobre, dalle ore 15.00 alle ore 16.30, in Sala Regione – per ragionare sulla relazione tra imprenditorialità e managerialità nelle imprese a conduzione familiare che operano nel service.

«Talk di design…» – venerdì 14 ottobre, dalle ore 15.30 alle ore 17.00, presso il Palco Radio Number One – per parlare di design, nel senso complessivo di progettazione, stile, ergonomia e funzionalità; una componente essenziale nella ricetta che produce un veicolo di successo.

«La città che si nutre» – sabato 15 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, in Sala Regione – è un incontro organizzato  in collaborazione con l’OITA (Osservatorio Interdisciplinare Trasporto Alimenti) in cui si parlerà del trasporto a temperatura controllata, dall’alimentare al farmaceutico, all’acqua minerale, per raccontare come avviene l’approvvigionamento di prodotti più a rischio di deperimento dal luogo di produzione a quello della distribuzione.

 Di «Prevenzione delle patologie professionali degli Autotrasportatori» tratterà il convegno (accreditato presso il ministero della Salute ECM) che si terrà  sabato 15 ottobre – dalle ore 9.00 alle ore 14.00, in Sala Regione . La sicurezza stradale richiede un approccio integrato a tutte le componenti che possono avere un effetto negativo sull’incolumità di chi usa la strada per lavoro o anche solo per spostarsi. Non ultime tra queste componenti sono le condizioni di salute, le abitudini e lo stile di vita di chi svolge l’attività di autotrasportatore che, nel tempo, può dar luogo a patologie professionali. Lo stile di vita che caratterizza questa categoria professionale (sedentarietà, alterazioni dei ritmi, esposizione a condizioni fisiche disagiate), provoca disturbi all’apparato visivo, muscolo-scheletrico, respiratorio, cardiocircolatorio e gastroenterico, con importanti ricadute sul piano della condizione fisica personale e della sicurezza stradale. Si parlerà quindi di affaticamento visivo, apnee notturne, patologie muscolo-scheletriche, fisioterapia, alimentazione, ma anche di prevenzione e normative volte a prevenire alcune di queste problematiche.

«Gli Stati Generali del Service. Il multimarchio vs il multiservizio» - sabato 15 ottobre, dalle 14.30 alle 16.30, in Sala Regione – per rispondere alle domande: Quali innovazioni possono rendere il service più smart e tecnologico? Quali le sfide che le case produttrici, le concessionarie, le officine e tutti gli altri attori dovranno affrontare per sviluppare dei modelli di business “service-based”? e dove i rappresentanti delle categorie coinvolte racconteranno lo stato dell’arte del settore e delineeranno lo scenario che da qui a qualche anno si andrà ad affermare.

La partecipazione ai convegni è gratuita, previa iscrizione. In allegato: il programma dei convegni e i link per iscriversi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home