FINANZA E MERCATO

Freight Leaders Council: È necessario un piano incentivi per l’uso del GNL e dei biocarburanti nel trasporto merci

11 ottobre 2016

Lanciare un piano nazionale per i combustibili a ridotto impatto ambientale che incentivi l’uso del GNL (Gas Naturale Liquid) e dei combustibili bio. La logistica e il trasporto delle merci non possono più attendere: la sostenibilità ambientale deve diventare la priorità, altrimenti tra il 2020 e il 2030 saranno responsabili del più del 50% delle emissioni di CO2. È la proposta avanzata da Antonio Malvestio, presidente del Freight Leaders Council, intervenendo al convegno “Contributo ambientale ed economico del GNL nel trasporto merci e persone” nell’ambito della manifestazione Oil&nonoil a Verona. Un’indicazione contenuta anche nel Quaderno #25 sulla sostenibilità del trasporto e della logistica che l’associazione ha presentato lo scorso giugno.
«I produttori di veicoli pesanti già presentano in gamma modelli alimentati a GNL – ha precisato Malvestio – Anche la rete di distribuzione è in via di sviluppo. Si tratta di un’alternativa già esistente ed ampiamente esplorata in altri paesi europei. Anche i biocarburanti, di cui l’Italia è uno dei maggiori produttori in Europa (e anche esportatore) è una tecnologia già pronta, adattabile alla maggior parte dei motori in circolazione. Si tratta di “incentivare” il salto verso queste scelte e lavorare sulla rete di distribuzione».
Secondo il Freight Leaders Council, il GNL andrebbe sostenuto sia attraverso un congelamento della tassazione su un periodo di 5 anni per consentire la pianificazione di investimenti sia avviando piani per lo sviluppo dell’utilizzo dei biocarburanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home